Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Pappagalli rari comprati con un assegno falso: assolto

Imprenditore bergamasco a processo per gli esemplari acquistati nel Cremasco

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

01 Febbraio 2021 - 07:43

Pappagalli rari comprati con un assegno falso: assolto

CREMA (1 febbraio 2021) - È destinato a rimanere senza un nome l’uomo, all’apparenza al di sopra di ogni sospetto, che quattro anni fa si presentò in un allevamento del Cremasco, in compagnia di un «amico», per acquistare due preziosi esemplari di pappagallo. E al momento del saldo, consegnò un circolare da 8 mila e 400 euro, vale a dire la cifra pattuita per telefono. Il problema? L’assegno, che stando a logo e codici era stato emesso da una Banca di credito lombarda, in realtà era un falso. Ben stampato, certo, ma di fatto carta straccia. E l’unico imputato per la vicenda, il 57enne bergamasco D. Z., la settimana scorsa è stato assolto dall’accusa di truffa. Perché non è stata raggiunta la prova che fosse lui l’effettivo protagonista del raggiro. Insomma, sul caso è calata la pietra tombale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400