Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

INFRASTRUTTURE

Paullese, il ponte di Spino fermo al Cipe: 'Volata finale per lo sblocco'

Pressing di Luciano Pizzetti (deputato Pd) per l’opera da 18 milioni di euro già finanziata ma impantanata a Roma

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

21 Dicembre 2020 - 07:52

Paullese, il ponte di Spino fermo al Cipe: 'Volata finale per lo sblocco'

SPINO D’ADDA (21 dicembre 2020) - Parla di «ultimo miglio» per il raddoppio del ponte sull’Adda e non fa mistero di «essere più che ottimista». È al deputato cremonese di lungo corso Luciano Pizzetti, già sottosegretario nei governi di Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, che si è rivolto il vicesindaco di Spino Enzo Galbiati. Un intervento, per uscire dai meandri del Comitato interministeriale per la programmazione economica, in cui vaga da mesi una delle opere chiave per l’intero territorio. Vale a dire l’ampliamento della carreggiata che scavalca l’Adda lungo la Paullese. E il cui raddoppio, già finanziato, eliminerebbe l’imbuto viabilistico del tracciato per Milano della ex statale, ormai in gran parte a due corsie per ogni senso di marcia. L’esponente dem sta «esercitando un pressing», assicura mutuando la terminologia calcistica, perché il responso giunga il più rapidamente possibile. Ma come già in passato su altre partite delicate, prima di parlare di risultato ottenuto, attende il fischio finale. Sebbene, come detto, non faccia mistero della «fiducia» riposta nell’esito.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400