Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. L'IMPRESA

Degani riparte dopo l’incubo: 107 chilometri nella zona rossa

L’ultramaratoneta, dopo la Crema -Bergamo e ritorno dell’11 luglio, sabato raggiungerà Codogno e Cremona

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

05 Agosto 2020 - 08:20

Degani riparte dopo l’incubo: 107 chilometri nella zona rossa

CREMA (5 agosto 2020) - Correrà per sette chilometri in più, rispetto a un mese fa, quando ne percorse 100 in 11 ore e 24 minuti, unendo idealmente Crema con Bergamo (e ritorno), due delle città lombarde più colpite dal Coronavirus. L’ultra maratoneta 57enne di Ombriano Lorenzo Degani, è pronto a riallacciarsi le scarpe. Sabato alle 6 partirà da piazza Duomo sua per percorrere a piedi il Lodigiano e il Cremonese che tanto hanno sofferto per il Covid 19. Prima tappa Codogno, nel cuore della zona rossa, il paese del cosiddetto paziente zero. Insomma, lì dove tutto è iniziato, passando da Castiglione d’Adda e Terranova dei Passerini. Poi la risalita per raggiungere Pizzighettone, paese del cremonese anch’esso martoriato dai lutti. Terza tappa l’ospedale Maggiore di Cremona, per ringraziare medici e infermieri. Sulla strada del ritorno si fermerà a Soresina, che ha contato 37 morti e 231 contagiati e poi a Castelleone. In tutto 107 chilometri, seguito da staffettisti che lo affiancheranno per circa diecimila metri a testa. Runner appartenenti a varie società di amatori dei paesi attraversati. Come lo scorso 11 luglio, Degani sarà accompagnato anche dagli amici dell’associazione Aperunning Crema e seguito idealmente dal suocero e mentore Giacarlo Allocchio. «Quest’anno ho dovuto giocoforza rimandare tutte le gare che avevo in programma – spiega Degani –: sono tornato ad allenarmi solo alla fine del lockdown, quindi dopo il 4 maggio». Insomma, ha macinato migliaia di chilometri in meno rispetto alle abitudini e adesso vuole recuperare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400