Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

TRESCORE

La firma è falsa, Ogliari: 'Rubata la mia identità'

Il consigliere comunale va dai carabinieri dopo la lettera con la sua sigla arrivata in Comune con cui chiedeva chiarimenti su alcune spese: 'Ma io non l’ho mai scritta'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

31 Dicembre 2019 - 07:56

La firma è falsa, Ogliari: 'Rubata la mia identità'

TRESCORE (31 dicembre 2019) - È certo di essere stato vittima di un furto d’identità Giancarlo Ogliari, capogruppo consiliare della lista civica di minoranza «Uniti per Trescore», dopo che in municipio è stata recapitata nei mesi scorsi, a mezzo posta ordinaria, una lettera che riportava in calce la sua firma relativa a tre richieste di chiarimenti su altrettante spese sostenute nel corso dell’anno dall’amministrazione comunale leghista: l’acquisto dei cuscinetti poi regalati ai supporters delle squadre di calcio del Trescore, la riparazione di un muro ed un intervento di manutenzione del verde pubblico. Preoccupato ed arrabbiato, Ogliari ha sporto denuncia presso la stazione dei carabinieri di Pandino. La lettera incriminata era stata indirizzata dal fantomatico autore al sindaco Angelo Barbati, al segretario comunale Massimiliano Alesio, al revisore dei conti del Comune di Trescore e alla Corte dei Conti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400