Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA. AMBIENTE

Ecco i due nuovi polmoni verdi

Individuate le aree per i boschi: accanto alla piattaforma ecologica e lungo via Pandino a fianco della palestra

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

25 Novembre 2019 - 08:07

Ecco i due nuovi polmoni verdi

L’area tra la zona residenziale di via Colombo e la piattaforma ecologica

CREMA (25 novembre 2019) - Il sopralluogo degli agronomi dell’associazione Comuni virtuosi ha individuato le due aree dove nasceranno i due nuovi polmoni verdi della città: almeno 1.500 alberi complessivi, tra cui specie autoctone e da frutto, con pozzi per l’irrigazione. Saranno piantumati in via Colombo, in un terreno incolto di proprietà comunale che si trova tra il complesso residenziale e l’area che ospita la piattaforma ecologica e il depuratore. L’altro sito idoneo è quello di via Pandino, a fianco della palestra Cremonesi. Verrà ampliata un’area che già ospita un piccolo giardino pubblico con alcuni giochi. Questi nuovi parchi serviranno anche per l’organizzazione di momenti dedicati alla didattica per le scuole, della raccolta di frutti e altre iniziative. «Avevamo una decina di soluzioni, tra cui anche i terreni comunali già inseriti nel piano di governo del territorio come future zone a verde pubblico, che si trovano lungo la Gronda nord e tra il parcheggio di via IV Novembre e l’argine del Serio — ha chiarito l’assessore all’Ambiente Matteo Gramignoli —: nulla vieta che in futuro si possano sviluppare analoghe idee anche in quegli spazi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • edgardo.berticelli

    25 Novembre 2019 - 23:35

    Anche se sono fuori tema, sarebbe bello che si trovasse qualche spicciolo per la "potatura di allevamento" , magari anche con concimazione organico e minerale ( per le irrigazioni di soccorso utilizziamo I "poveri" allievi dello Stanga, per gli altri studenti sarebbe alienante fare questo ) delle essenze del parco di via Viviani ( come richiesto, forse un poco timidamente, dal Professor e Vice Presidente del Parco del Serio Basilio Monaci. Sarebbe bello anche lasciare nello stato attuale, bellissimo prato stabile, l'area fra ex-Tribunale e Istituti Munari-Sraffa, destinato ad essere distrutto per la costruzione del Nuovo "Racchetti", utilizzando la gigantesca costruzione del "Divino", attualmente destinata allo sfacelo od, in alternativa, altre aree dismesse da "secoli" , di cui Crema è ricchissima . Sarebbe bello, inoltre,che le 2 Associazioni degli Agricoltori ( anzi 3 ) si esprimessero contro il "sacrificio" del bellissimo prato stabile di cui sopra.........

    Report

    Rispondi