il network

Martedì 12 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Provincia al voto, altra grana: ricorso al Tar

Lo ha presentato Bertoni, sindaco di Palazzo Pignano, candidato sconfitto alle elezioni dello scorso 25 agosto. Chiede al tribunale amministrativo regionale di verificare i requisiti di candidabilità ed eleggibilità di Signoroni

Provincia al voto, altra grana: ricorso al Tar

Rosolino Bertoni e Mirko Signoroni

CREMONA (6 novembre 2019) - A meno di due settimane dal voto fissato per sabato 23 novembre, si ingarbuglia ancora di più il percorso già lastricato di ostacoli, incertezze e polemiche che dovrebbe portare alla seconda elezione in tre mesi del presidente della Provincia: si complica perché la Lega, tenendo fede alla più volte manifestata volontà di restare sulle barricate, ha depositato il suo secondo ricorso. Dopo quello del consigliere Simona Sommi, che si era rivolta al tribunale ordinario di Cremona con un’istanza che riguardava nello specifico l’eleggibilità di Mirko Signoroni, che ancora pende e che dovrebbe essere discussa in udienza il 12 dicembre prossimo, ora a presentare richiesta di verifica è stato Rosolino Bertoni, sindaco di Palazzo Pignano sconfitto dal primo cittadino di Dovera, poi dimissionario, il 25 agosto scorso. Si è appellato al Tar di Brescia, Bertoni: guardando all’attualità, domanda proprio l’annullamento della delibera con cui il vice presidente della Provincia, Rosolino Azzali, ha convocato di nuovo tutti gli aventi diritto alle urne; e tornando al passato, contesta il metodo con cui, in estate, si erano (o non si erano, secondo il ricorrente) valutate le condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità di Signoroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Novembre 2019

Commenti all'articolo

  • Alessandro

    2019/11/06 - 11:11

    Se dovessero pagare di tasca propria questi ricorsi vedete come l'amministrazione pubblica risolverà l'80% delle lungaggini burocratiche a carico dei cittadini

    Rispondi