Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Il sindaco Bonaldi derubata alla stazione di Rogoredo

Lo ha comunicato sul suo profilo Facebook: "Nella foga della ricerca in borsa, ho perso anche il biglietto del parcheggio. Cosi mi sono trovata senza cel e "prigioniera" al parcheggio. Ladro a parte, oggi un sacco di persone gentili e garbate mi hanno aiutato"

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

25 Ottobre 2019 - 09:26

Il sindaco Bonaldi derubata alla stazione di Rogoredo

Il sindaco di Crema Stefania Bonaldi

CREMA (25 ottobre 2019) - Disavventura per il sindaco Stefania Bonaldi, derubata del telefonino cellulare alla stazione milanese di Rogoredo. Lo ha comunicato lei stessa sul suo profilo Facebook: "Oggi (ieri, ndr) mi hanno rubato il cellulare alla stazione di Rogoredo. Nella foga della ricerca in borsa, ho perso anche il biglietto del parcheggio. Cosi mi sono trovata senza cel e "prigioniera" al parcheggio di Rogoredo, oltre che un po' impanicata. Ringrazio nell'ordine la sconosciuta ragazza che alla pensilina della MM mi ha prestato il suo cellulare per chiamarmi e scoprire che il mio cel era già staccato. Il ragazzo del bar della stazione della metropolitana che ha fatto altrettanto per farmi fare un altro controllo. La polizia ferroviaria di Rogoredo che mi ha fatto telefonare in ufficio per annullare i miei impegni a Milano. La signora della rivendita biglietti MM che, quando il telefono a gettoni mi ha mangiato cinque monete da 20, ha avuto pietà e mi ha fatto chiamare mio marito. Ringrazio pure la signora del numero verde del parcheggio che, quando mi ha dato istruzioni per la pulsantiera e ha saputo che chiamavo da un telefono pubblico giù nel Metrò perche mi avevano pure rubato il telefonino, si è impietosita e mi ha predisposto pure uno sconto sul tagliando per sbloccare la sbarra del parcheggio. Grazie poi ai meravigliosi operatori del Ced del Comune, Dario & Dario, che in un paio d'ore, mentre rientravo a Crema, mi hanno bloccato la sim e riattivato un telefono sostitutivo. Grazie a Marco che mi ha assistito nel cambio di una decina di password che ho già dimenticato tutte. E infine grazie a mio marito che, incredibilmente, oggi ha risposto ogni volta che lo ho chiamato, sospetto fosse perché non chiamavo dal mio numero!!! Però, regass, ladro a parte, oggi un sacco di persone gentili e garbate mi hanno aiutato". Insomma, una disavventura a lieto fine.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francescopiazza999

    25 Ottobre 2019 - 15:47

    Come fa a dire che l'hanno rubato, invece che l'ha perso ?

    Report

    Rispondi

  • rugginesana

    25 Ottobre 2019 - 14:19

    Qualche risorsa tanto a lei cara bisognosa di aiuto....

    Report

    Rispondi

  • kgraffittarok

    25 Ottobre 2019 - 12:24

    Mi spiace tanto per questa brutta disavventura ma ho molto apprezzato che ci siano persone disposte ad aiutare chi si trova in difficoltà e ancor di più il modo con cui con cui la Sindachessa racconta del'accaduto: finalmente un racconto "civile" e non pieno di odio e rancore. Grazie al cielo esistono ancora persone così seppur rare! in alto i cuori

    Report

    Rispondi