Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

TRUFFA CINOFILA

Esercenti raggirati:«Tradita la fiducia»

Dopo i casi di Soresina spuntano episodi simili a Casalbuttano. «Sensibili verso gli animali, ci siamo fidati e ora c’è amarezza»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

04 Ottobre 2019 - 08:44

Esercenti raggirati,:«Tradita la fiducia»

SORESINA/CASALBUTTANO (4 ottobre 2019) - Si fa consegnare dei soldi per sponsorizzare una presunta esibizione cinofila, ordina fiori e targhe da utilizzare per le premiazioni ma poi sparisce nel nulla: dopo gli episodi avvenuti a Soresina cadono nella trappola anche diversi commercianti di Casalbuttano. «Ha detto di far parte di un’associazione a favore degli animali. È stato convincente, ci ha ordinato parecchio materiale ma ha voluto subito i 30 euro di sponsor. Purtroppo ci siamo fidati». E ora dopo le segnalazioni a carabinieri e polizia locale le indagini stanno proseguendo. Ad architettare la truffa sembra sia un 50enne. L’uomo si è infatti presentato come responsabile dell’allevamento del pastore tedesco Ca’ del lupo di via Roma, presunta associazione di Cremona. Lasciando partita Iva (poi risultata non valida) e recapito telefonico. Numero di cellulare che dopo giorni di latitanza i commercianti hanno provato, senza successo, a comporre. Il truffatore ha fatto leva sulla sensibilità dei casalbuttanesi verso gli animali per cercare di riscuotere piccole somme di denaro. Che moltiplicate per i diversi commercianti presi di mira tra Casalbuttano e Soresina gli hanno comunque permesso di racimolare un bel gruzzoletto. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400