Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Botte alla moglie, in cella 34enne

L’episodio sabato notte: sembra che l’uomo sia rientrato sotto l’effetto dell’alcol, aggredendo la consorte

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

02 Ottobre 2019 - 07:56

Botte alla moglie, in cella 34 enne

CREMA (2 ottobre 2019) - È rientrato a casa nel cuore della notte, con tanto alcol in corpo, da faticare a trattenere la rabbia, esplosa non appena lei, la moglie, l’ha ripreso. Prima l’ha strattonata violentemente, tanto che la donna dovrà ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso, dove le verranno diagnosticate contusioni guaribili in sei giorni. Quindi si è sfogato su quanto trovasse sulla sua strada, facendo scempio di vasi e di qualsiasi cosa fosse in bella vista sui mobili dell’appartamento, dove peraltro stavano riposando i due figlioletti della coppia. Erano le 3 di sabato, quando le manette della polizia, quelle del personale della squadra volante, sono scattate ai polsi di un operaio 34enne di origine peruviana.

È accaduto in città e l’arresto ha avuto per teatro la strada di fronte alla palazzina, dove nel frattempo l’uomo era sceso. Sino ad allora, il 34enne — con un’occupazione stabile in una ditta della cintura cremasca — non aveva mai avuto guai con la giustizia. Ma non appena preso in consegna dagli agenti, che hanno faticato non poco per riportarlo alla calma, tanto che su di lui pende pure l’accusa di resistenza, è venuta alla luce una realtà famigliare tutt’altro che rassicurante. La consorte, a sua volta di natali sudamericani, ha infatti raccontato agli investigatori, tutto d’un fiato, i soprusi cui sarebbe stata costretta da tempo: dichiarazioni poi condensate in una denuncia, sporta negli uffici del commissariato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • themitch

    03 Ottobre 2019 - 06:30

    Tutto il mondo marcio arriva in Italia!

    Report

    Rispondi