Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA. MADRINA DELLA CERIMONIA LA VEDOVA DI MERLINO

Caduti di Nassiriya, per non dimenticare

In ricordo delle vittime dell'attentato, inaugurato il monumento realizzato a fianco della fontana dei giardini pubblici di piazzale delle Rimembranze

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

28 Settembre 2019 - 12:30

Caduti di Nassiriya, per non dimenticare

CREMA (28 settembre 2019) - Questa mattina si è tenuta l'inaugurazione del monumento ai caduti di Nassiriya (l'attentato alla base italiana della città irachena avvenne il 12 novembre 2003: morirono 28 persone, tra cui 17 militari e due civili italiani), realizzato a fianco della fontana dei giardini pubblici di piazzale delle Rimembranze. Un'opera del cui costo si sono fatte carico le associazioni combattentistiche e d'arma cremasche, con il contributo dell'Associazione Popolare Crema per il territorio e dell'imprenditore della cosmetica Renato Ancorotti. Una mano anche dalle imprese costruttrici, che hanno abbattuto i prezzi.

Alla cerimonia hanno presenziato il prefetto Vito Danilo Gagliardi, i vertici militari provinciali e cremaschi, i rappresentanti del Comune e delle associazioni combattentistiche e d'Arma. A coordinare la mattinata Fabiano Gerevini, presidente del comitato di coordinamento cittadino delle associazioni combattentistiche e d'Arma. Progettista del monumento l'architetto Mario Scaramuzza: anch'egli ha lavorato a titolo gratuito. La madrina della cerimonia è stata Alessandra Savio, la vedova del sottotenente dei carabinieri Filippo Merlino, comandante della stazione di Viadana, uno dei caduti di Nassiriya. A ogni ospite è stata donata una medaglia commemorativa in edizione limitata: il vescovo Daniele Giannotti ha benedetto il monumento.

[GUARDA IL VIDEO]

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400