Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SPINO D'ADDA

Siepi e piante sporgenti, linea dura: multe sino a 500 euro

Invadono i marciapiede, le piste ciclo pedonali e anche alcune strade: ordinanza firmata dal sindaco Poli: «I privati devono tenere in ordine il verde che si affaccia sulle vie»

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

17 Settembre 2019 - 08:30

Siepi e piante sporgenti, linea dura: multe sino a 500 euro

SPINO D'ADDA (17 settembre 2019) - Scatta la tolleranza zero da parte del Comune, per i privati che non provvedono a un puntuale taglio di siepi, cespugli e alberi dei loro giardini, che sporgono oltre i confini della proprietà, invadendo marciapiede, piste ciclo pedonali e vie. Multa massima di 500 euro per chi non rispetta il regolamento comunale. Lo ha previsto l’ordinanza firmata nei giorni scorsi dal sindaco Luigi Poli. «Lo stesso vale per i proprietari di fondi e corti che si trovano in paese — precisa il primo cittadino —: tutti devono provvedere al taglio di rami e parti sporgenti, alla potatura delle siepi, arbusti, cespugli, rovi, la cui crescita eccessiva pregiudica la pulizia ed il decoro, la viabilità e la segnaletica o ne compromette la leggibilità». I privati dovranno anche provvedere alla raccolta delle foglie che da alberi ad alto fusto del loro giardino dovessero cadere sulla strada. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kappa.j

    17 Settembre 2019 - 09:04

    Dopo aver tagliato gli alberi del Comune si comincia con quelli privati. Alla faccia della lotta al riscaldamento terrestre.

    Report

    Rispondi