Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA. SCUOLA E CAOS

I genitori: «Pericolo all’uscita». Il sindaco li bacchetta

Strisce pedonali non presidiate, automobilisti indisciplinati e sosta selvaggia. Le mamme chiedono più vigili, Bonaldi: usare meno l'auto aiuterebbe

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

17 Settembre 2019 - 08:21

I genitori: «Pericolo all’uscita». Il sindaco li bacchetta

CREMA (17 settembre 2019) - Ogni mattina all’entrata delle scuole e poi all’orario di fine lezioni, in città è il caos. Code, auto in sosta selvaggia, automobilisti indisciplinati che passano a forte velocità davanti ai plessi, ragazzini e genitori che attraversano ovunque. Le proteste di mamme e papà non mancano. A detta di molti, l’inizio di quest’anno scolastico,in termini di sicurezza, è stato particolarmente difficile. Numerose le segnalazioni dei primi giorni, sia da parte di genitori che hanno figli che frequentano le materne, sia le elementari e le medie. Sotto accusa l’assenza di vigili, dunque di un presidio costante all’entrata e all’uscita dai singoli istituti. Un compito immane, però, per un organico di una trentina di agenti (ovviamente non sono in servizio tutti insieme, ma fanno i turni) contando che a Crema, se agli asili e alle scuole dell’obbligo aggiungiamo le superiore, i punti critici sono decine. Dall’altra parte il sindaco Stefania Bonaldi ha deciso di rivolgere un appello-monito ai genitori, soprattutto quelli che hanno figli ormai grandi. Bonaldi stigmatizza il caso più eclatante, quello di sabato scorso, quando la città è rimasta semi paralizzata: «Cari genitori degli studenti delle scuole superiori -spiega – in città accogliamo oltre 8 mila ragazzi fra licei, istituti tecnici e professionali. Se tutti i sabati, a fine lezione, andate a prendere i vostri pargoli in auto, la città non può reggere e rimane intasata dalle vostre automobili».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • annacarra86

    17 Settembre 2019 - 10:50

    E la sindaca ha perfettamente ragione! io abito in un paesino dove il 99 percento dei genitori portano i bimbi della materna in macchina!!! due passi a piedi fanno bene sia ai piccoli che alle mamme che hanno intorno qualche chilo di troppo!! e no!: non lavorano le mamme. Sono casalinghe ma usano il SUV per portare i bimbi a scuola e tanti non spengono neppure il motore. ECCO.

    Report

    Rispondi

  • kappa.j

    17 Settembre 2019 - 08:59

    Brava la Stefania che "bacchetta" i genitori inquinatori. Meno brava la Stefania che taglia gli alberi in via "Bacchetta" come hanno fatto tanti bolsonaros nostrani.

    Report

    Rispondi