Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Ambiente, città a due facce

Meno auto che nel resto d'Italia, più zone interdette al traffico, ma poche ciclabili e verde pubblico scarso

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

26 Agosto 2019 - 08:27

Ambiente, città a due facce

L’area pedonale in centro città: l’estensione è in percentuale sopra la media nazionale

CREMA (26 agosto 2019) - Domenica 22 settembre la giornata ecologica promossa dal Comune. Centro storico interdetto alle auto, stand per promuovere un modo eco-sostenibile per muoversi, iniziative collaterali rigorosamente green.
La città che intende mostrare il suo lato ambientale. E a voler guardare qualche ragione ce l’ha.
Cominciamo dal dato riferito al tasso di motorizzazione. I cremaschi (e qui si intende solo quelli residenti in città) possiedono 20.227 auto. Numero che opportunamente trasformato porta a un tasso di motorizzazione di 588 auto ogni mille abitanti. La media nazionale è di 685 automezzi sempre per ogni mille abitanti che è tra i più alti in Europa. La bici o i mezzi pubblici sono, a Crema, l’alternativa all’auto.
Totalmente negativo, invece, il dato riferito alla disponibilità di verde pubblico per ogni abitante. A Crema la somma di tutte le aree porta al risultato di 772.000 metri quadrati, ovvero 22,4 metri quadrati a testa, quando le media nazionale è di 31. Va detto che le superfici in questione sono quelle ereditate dal passato e che nel corso degli ultimi anni sono state piantumate e quindi recuperate altre aree. Ma, almeno secondo la statistica, ancora non basta anche Crema è tra le prime 200 città «verdi’ in Italia.
Rimane poi il doloroso capitolo inquinamento atmosferico.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400