Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ALPINISMO

Il cremasco Ruffoni conquista la vetta del Kazbek (5.047)

Nuova impresa dell'alpinista di Montodine nel Caucaso georgiano

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

19 Agosto 2019 - 10:58

Il cremasco Ruffoni conquista la vetta del Kazbek (5.047)

TBILISI (Georgia, 19 agosto 2019) - Nuova impresa dell'alpinista di Montodine, Filippo Ruffoni. Il 32enne ha conquistato il monte Kazbek (5.047 metri), la vetta più alta del Caucaso in Georgia.

L'avventura in solitaria di Ruffoni è partita il 9 agosto con arrivo nella capitale Tblisi. Prima tappa il piccolo paese di Stepantsminda a quota 1.900 metri per giungere poi al Bethlemi Hutte a quota 3.656 metri, storico campo base punto di riferimento per la storia dell’alpinismo mondiale.

Il meteo favorevole, l’assenza di vento e la luna piena hanno permesso una partenza in piena notte senza intoppi il 15 agosto. I 1.400 metri di dislivello per arrivare alla vetta sono stati carichi di difficoltà, ma crepacci, neve densa e cordate sono stati superati al fine di giungere al plateau posto a 4.700 metri e alla parete finale a 5.047 metri. L'arrivo in cima alle 10.58 del 16 agosto.

Filippo Ruffoni, responsabile del gruppo I Lupi delle Vette è riuscito in una strepitosa impresa, accompagnato dalla sua passione. Lungo il percorso ha incontrato altri colleghi alpinisti da tutto il mondo, un’impresa che lo ha avvicinato anche a nuovi amici internazionali essendo l’unico italiano in vetta.

Il Kazbek si aggiunge all’elenco delle vette conquistate da Ruffoni, tra le quali spiccano Monte Bianco, Gran Paradiso, Adamello, Gran Zebrù e Monte Kenya.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400