Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MALTEMPO

Maltempo, agricoltura in ginocchio: danni per milioni di euro

Oltre alle strutture devastate dalla tempesta, la tromba d'aria ha distrutto i raccolti

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

09 Agosto 2019 - 07:52

Maltempo, agricoltura in ginocchio: danni per milioni di euro

SERGNANO (9 agosto 2019) - Milioni di euro di danni e una delle aree cremasche maggiormente produttive, sia sul versante zootecnico, sia per quanto riguarda le colture, «messa in ginocchio dalla tromba d’aria di mercoledì». A confermare la drammaticità della situazione per il settore primario, nella fascia compresa tra Pianengo e Sergnano, ma anche a Casale, Camisano e Soncino, è Paolo Spadari, direttore dell’ufficio cremasco della Libera associazione agricoltori, l’organizzazione di categoria presieduta da Riccardo Crotti. «Essendo in ritardo la stagione — spiega il funzionario — il mais di primo raccolto era ormai avviato al taglio. E quindi la perdita è totale: difficile anche recuperarlo, qualora si intenda utilizzarlo per la produzione di biogas. Chi è stato interessato dal fenomeno ha registrato perdite, che vanno dall’80 al 100% del raccolto. Ma il problema è pure rappresentato dai gravi danni alle strutture delle aziende agricole e degli allevamenti: tetti divelti, portefinestre sradicate e impianti fotovoltaici ormai inservibili». Per il personale dell’associazione, quella di ieri è stata una giornata di superlavoro. «Siamo impegnati nella fase della segnalazione di calamità naturale, che entro 20 giorni deve giungere all’Ufficio territoriale regionale. Stiamo raccogliendo le indicazioni degli associati, corredate dal materiale fotografico. Se a livello territoriale i danni supereranno determinati parametri, sarà la Regione a declarare l’evento eccezionale».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400