Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Plastic free: fontanelle in Comune e borracce per i dipendenti

La partnership dell'amministrazione guidata da Stefania Bonaldi con Padania Acque per ridurre il consumo di acqua in plastica

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

31 Luglio 2019 - 16:19

Plastic free: fontanelle in Comune e borracce per i dipendenti

Gramignoli, Bonaldi e Lanfranchi con le borracce

CREMA (31 luglio 2019) - Da oggi al palazzo comunale e da domani anche alla Biblioteca saranno attive delle fontanelle, che erogano acqua fresca e pura di rete, per tutti i dipendenti e i cittadini che fruiscano come utenti di quegli spazi. Una iniziativa per l’eliminazione della plastica che vede la collaborazione dell’assessorato all’Ambiente e di Padania Acque, la società gestore della rete in città e nella provincia di Cremona.

“Il concetto di plastic free si sta facendo avanti nella sensibilità delle pubbliche amministrazioni”, ha commentato in conferenza stampa l’assessore Matteo Gramignoli. “Abbiamo potuto contare su Padania Acque per l’installazione di queste fontanelle e poi, da parte nostra, abbiamo acquistato delle borracce termiche che doneremo a tutti i dipendenti comunali, così che possano sfruttare questa opportunità”.

Il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, ha sottolineato come la presenza di Padania Acque sia importante per questo genere di iniziative in partnership: “I cittadini di Crema hanno già imparato ad usare molto, e con grande apprezzamento, le nostre case dell’acqua sparse per la città; ora la casa di tutti i cittadini dà il buon esempio per questa pratica di sensibilità ecologica”.

Il presidente di Padania Acque Claudio Bodini e l’amministratore delegato Alessandro Lanfranchi hanno ringraziato l’Amministrazione comunale per la scelta ecologica intrapresa, un doveroso esempio per la collettività, per il nostro territorio, una buona pratica da diffondere e che sta portando Padania Acque, ormai da anni, a iniziative di sostenibilità ambientale come missione aziendale. “Oltre ad aver approvato il piano di installazione di oltre trenta case dell’acqua in provincia di Cremona”, hanno dichiarato, “stiamo lavorando per dotare le scuole, luoghi pubblici e contesti di pubblico utilizzo di erogatori gratuiti di acqua del rubinetto con lo scopo di educare i cittadini al consumo dell’acqua di rete, di qualità, buona da bere, controllata e sicura da un punto di vista alimentare e soprattutto libera dalla plastica”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400