Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Avis: allerta sangue, donazioni in picchiata

Appello dei vertici. Complice il gran caldo, nell’ultima settimana si è registrato un drastico calo. «Non c’è carenza di sacche, ma invitiamo chi deve ancora partire a farsi avanti»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

29 Luglio 2019 - 08:27

Allerta sangue, donazioni in picchiata

CREMA (29 luglio 2019) - «Rispetto al luglio 2018, siamo sotto media di almeno una trentina di donazioni: forse il gran caldo dell’ultima settimana che ha fermato molti iscritti, forse altri fattori. Alla luce del notevole incremento di soci attivi rispetto all’estate di un anno fa, pari a 191 unità, ci aspettavamo risultati ben diversi». Non nasconde una certa preoccupazione Pietro Valcarenghi, segretario dell’Avis di Crema di fronte alla diminuzione delle donazioni registrata da metà luglio in avanti. L’anno scorso nella seconda parte del mese che sta per concludersi furono 123, quest’anno si sono presentati 93 avisini sui 1.444 iscritti. Le prime due settimane di luglio sono andate come quelle del 2018. Dal 15 in avanti il tracollo, in particolare nei giorni di quella appena conclusa, in cui l’anticiclone africano ha colpito anche in città, con temperature vicine ai 40 gradi centigradi e grande umidità.  «Non c’è carenza di sacche, ma invitiamo chi deve ancora partire a farsi avanti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400