Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PANDINO

Comune, quattro assessori si tagliano lo stipendio

In due rinunciano all'indennità per il 2019: Vanazzi e Bosa lavoreranno gratis

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

19 Luglio 2019 - 06:51

Assunti in Comune, Sau: 'Basta discriminazioni'

PANDINO (19 luglio 2019) - I quattro assessori della giunta di centrodestra hanno fissato i propri compensi, più che dimezzando ciò che sarebbe spettato loro per legge. Addirittura gli assessori ai Lavori pubblici Francesco Vanazzi e al Commercio Riccardo Bosa lavoreranno gratis sino a fine anno, consentendo all’ente di risparmiare oltre 1.300 euro al mese. Anche il vicesindaco Francesca Sau si è tagliata l’indennità: invece di 1.003 euro al mese lordi, che si sarebbero ridotti a 501,5 in quanto è una lavoratrice dipendente, ne percepirà 402. Sforbiciata drastica per l’assessore alla Cultura Sara Sgrò. Invece dei 900 previsti in quanto lavoratrice autonoma, percepirà anch’essa 402 euro. Poi c’è l’indennità – sempre al lordo delle tasse – del sindaco Piergiacomo Bonaventi: 2.007 euro al mese. In realtà, l’esponente leghista percepirà interamente lo stipendio da ottobre, essendo ancora al lavoro alla Evonik, l’azienda chimica di via Falconera di cui è tecnico da oltre 20 anni: sino a settembre compreso l’indennità di carica sarà dunque dimezzata, come prevede la legge per gli amministratori locali che sono lavoratori dipendenti. Infine, l’indennità del presidente del consiglio comunale Alessia Clerici, nuova figura introdotta dall’amministrazione di centrodestra: 200 euro lordi al mese, che scendono a 100 in quanto ha un lavoro come dipendente. Confermati i gettoni di presenza per le sedute consiliari in vigore nel precedente quinquennio. Ogni eletto avrà diritto a 16,27 euro. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400