Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

La rabbia dei residenti: 'Porta Ombriano come una latrina'

Lo storico monumento porta i segni degli anni, ma anche dei gesti di tanti incivili

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

18 Giugno 2019 - 07:30

La rabbia dei residenti: 'Porta Ombriano come una latrina'

CREMA (18 giugno 2019) - «Porta Ombriano trasformata in bagno pubblico, in una vera e propria latrina, a tarda sera. Per non parlare di bivacchi e di schiamazzi notturni, che non rendono giustizia a un’angolo così bello della città, che è anche uno dei suoi ingressi principali». Numerose le segnalazioni, negli ultimi tempi, da parte di residenti o di chi frequenta ogni giorno per motivi di studio e di lavoro la piazza Giovanni XXIII. A subire maggiormente le conseguenze di gesti incivili, la storica porta, un tempo incastonata tra le mura di cinta a fortificazione della città e garanzia di protezione per i suoi abitanti. A parere della maggior parte dei segnalatori, la recente riqualificazione della piazza, tra nuova viabilità e risistemazione dell’arredo urbano, ha comunque migliorato un po’ la situazione rispetto a qualche anno fa. Ma, ad esempio, «l’idea, con la bella illuminazione delle porte, che smettessero i bivacchi notturni e gli episodi di inciviltà, non ha ancora dato l’esito sperato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kgraffittarok

    18 Giugno 2019 - 11:25

    una volta infatti eravamo più lungimiranti e costruivamo le latrine pubbliche. gli esseri viventi hanno bisogni fisiologici. cani compresi. noi per fare pipì dobbiamo bere un caffè o mangiare un gelato sennò i baristi di guardano male. in America anche in un hotel super lusso la fai gratis

    Report

    Rispondi