Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

'Fototrappole', con il primo scatto multa da 600 euro

Si tratta di fotocamere mobili ad alta definizione nascoste nei punti dove, non di rado, vengono abbandonati i fiuti

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

31 Gennaio 2018 - 08:12

'Fototrapole', con il primo scatto multa da 600 euro

CREMA - Prima contravvenzione, grazie alle immagini delle fotocamere mobili ad alta definizione nascoste nei punti dove, non di rado, vengono abbandonati rifiuti. Il Comune ha fatto sapere che al trasgressore è stata recapitata una multa da 600 euro. Sono due le fotocamere in dotazione all’ente di piazza Duomo, sulla scorta della convenzione stipulata con Linea gestioni lo scorso novembre. Entrambi i dispositivi vengono posizionati di volta in volta dalla polizia locale nelle zone considerate ‘sensibili’. Funzionano anche nelle ore notturne. La campagna contro gli abbandoni proseguirà anche nelle settimane. «Stiamo alzando l’asticella — spiega l’assessore comunale all’Ambiente, Matteo Piloni — : le iniziative educative sono fondamentali, ma lo sono anche quelle di contrasto». Negli anni scorsi, il Comune aveva creato la figura dell’agente ambientale. Ma le foto-trappole permettono di cogliere sul fatto chi si liberi dei rifiuti. L’uomo multato è stato identificato sulla base del numero di targa del furgone, a bordo del quale è arrivato nel punto in cui ha scaricato l’immondizia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianpaolo.filipponi44

    31 Gennaio 2018 - 20:55

    Spero che ciò serva di lezione ai soliti distruttori dell'ambiente. Sono convinto che anzichè usare, le piazzole stradali, costoro lanceranno dai finestrini i loro soliti sacchetti, per non farsi riprendere dalle telecamere occulte. Sarebbe più semplice controllare quanti rifiuti producono le famiglie, e controllare quanto rendono alla raccolta differenziata. fare la differenza, e sanzionare i detrattori.

    Report

    Rispondi

  • gianpaolo.filipponi44

    31 Gennaio 2018 - 20:47

    Era ora che qualcuno pensasse a questo controllo, nella speranza che sia da deterrente per i molteplici personaggi incivili egoisti menefreghisti che deturpano perennemente le ns strade ed i ns luoghi. Evidentemente vi saranno i soliti detrattori, che criticheranno il sistema, tacciandolo, solo come motivo per fare incasso. Proprio costoro sono coloro che più abbandonano i rifiuti per la strade.

    Report

    Rispondi