Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA & CREMASCO

Disabili e Comuni, tariffe unificate. In 5 però si defilano

Campagnola, Cremosano, Dovera, Monte e Izano applicano i vecchi regolamenti: 'rischiano' il Tar

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

21 Settembre 2017 - 08:38

Servizi sociali integrati

CREMA - Il Cremasco come ‘modello lombardo’ di unità, nei servizi sociali integrati. Un traguardo importante e raggiunto, sebbene ‘mutilato’. Su 48 Comuni del distretto, in 5 hanno detto ‘no’ al nuovo regolamento Isee per la compartecipazione alle spese dei centri diurni e per gravi disabilità. Ed ora associazioni del territorio si stanno unendo, per cercare di far rientrare anche queste ultime amministrazioni nel ‘recinto’ del protocollo unico. Un’impresa ‘diplomatica’ che vuole allontanare lo spettro di eventuali ricorsi al Tar da parte delle famiglie. Ricorsi che, peraltro, potrebbero facilmente vedere riscontro positivo, date le linee nazionali sull’Isee approvate nel 2014 dal Consiglio di Stato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400