Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Controlli antidroga dentro e fuori le scuole, studenti collaborativi

Undici agenti di polizia al lavoro con un cane addestrato e arrivato da Milano. Trovata solo una dose d’hascisc a terra, ma gli investigatori: «L’obiettivo è prevenire»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

05 Maggio 2017 - 17:21

Controlli anti-droga dentro e fuori le scuole

I poliziotti e il cane antidroga

CREMA - Di droga ne hanno trovata pochissima: una dose scarsa di hascisc e per di più abbandonata a terra, senza quindi la possibilità di risalire a chi se ne fosse liberato. Ma l’obiettivo — come specificato dagli uffici del commissariato — era la prevenzione. E quello, assicurano i protagonisti della mattina all’insegna dei controlli tra gli studenti, è stato raggiunto. In 11, con l’ausilio di un cane in grado di fiutare e scoprire gli stupefacenti nascosti (appositamente giunto da Milano), i poliziotti si sono presentati — poco prima delle 8 di venerdì 5 maggio — alla fermata degli autobus di via Libero Comune. Coordinati dal capo dell’Anticrimine, l’ispettore Massimo Gellera, gli agenti in divisa, ma anche in borghese, hanno iniziato così il servizio. Esaurite le verifiche tra i giovani scesi dai pullman di linea, si sono spostati all’istituto Marazzi. E qui, i controlli sono proseguiti tra le aule e i corridoi. I poliziotti si sono trattenuti nella scuola per poco più di un’ora, prima di spostarsi in un secondo istituto superiore, ossia lo Sraffa. E pure in via Piacenza hanno affidato al fiuto del cane antidroga il grosso del lavoro. «Il clima di collaborazione da parte degli studenti è stato ottimo», hanno tenuto a specificare gli investigatori al termine della mattinata. I servizi erano stati concordati con i presidi, sulla scorta del protocollo per la legalità siglato da tempo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400