Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Scuola, via tre presidi

Istituti cremaschi nel caos proprio alla vigilia degli accorpamenti decisi nel Piano di dimensionamento provinciale

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

23 Aprile 2017 - 09:16

Scuola, via tre presidi

CREMA - Scuola cremasca senza guida. E questo accade proprio alla vigilia degli accorpamenti tra istituti, decisi nel Piano di dimensionamento provinciale, che l’autunno scorso aveva determinato una spaccatura tra Crema e Cremona. Il prossimo 31 agosto, ben tre dirigenti scolastici dovrebbero andare in pensione. Si tratta di Maria Caterina Citterio dell’ic di Trescore Cremasco, di Giuseppe Noci dell’ic di Sergnano e di Celestino Cremonesi del liceo Racchetti-Da Vinci. E i loro istituti rischiano di rimanere senza un dirigente titolare, dal momento che il concorso per presidi non è ancora stato bandito e per quella data non ci saranno quindi nuove figure da poter immettere in ruolo. L’unica speranza di colmare i posti vacanti deriva dai trasferimenti, che si faranno in estate. La condizione, però, è che a richiedere le sedi libere siano dirigenti in servizio fuori dal territorio cremasco. Se fossero passaggi interni all’ambito, infatti, per una sede che verrebbe coperta ce ne sarebbe un’altra lasciata libera.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400