Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Api cremasche al piombo: 'metalli pesanti nell'aria'

Presentati i risultati dello studio degli studenti di biotecnologie alimentari del Galilei su campioni di insetti

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

16 Marzo 2017 - 09:17

Api cremasche al piombo: 'metalli pesanti nell'aria'

CREMA - A preoccupare è il piombo: ad inizio autunno, le api allevate nelle arnie vicino alla tangenziale cittadina, avevano un valore di questo metallo pesante pari a 1,3 microgrammi per chilo, ancora nei limiti di legge, ma piuttosto alto. L’indagine che ha permesso agli studenti dell’Itis Galilei di studiare gli insetti è ancora in fase embrionale, servirebbero una decina d’anni di monitoraggio per dati scientificamente attendibili, ma si possono già trarre le prime considerazioni: è confermato che la qualità dell’aria di Crema non è un granché, anche se, per quanto riguarda le famigerate polveri sottili restano più attendibili i dati forniti ogni giorno dalla centralina dell’Agenzia regionale per l’ambiente di via XI Febbraio. Il lavoro degli allievi della V biotecnologie alimentari del Galilei si è infatti concentrato sui metalli pesanti. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcello.valda

    16 Marzo 2017 - 23:31

    NON SONO LIMITI DI LEGGE, ma valori soglia determinati da dati statistici (decenni di campionamenti). I valori che mostrano le api sono solamente indicativi e non vanno valutati in termini assoluti. I dati riscontrati sono paragonabili con altri studi simili effettuati in aree protette (es. la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra) Non c'è nessun elemento per dire che l'aria o l'ambiente di Crema è inquinato! Non roviniamo un progetto sano e utile a tutti con titoli allarmistici.

    Report

    Rispondi

  • kgraffittarok

    16 Marzo 2017 - 10:13

    .. non c'è problema! basta alzare - per legge - il limite conentito del valore e il probelma è risolto! come hanno fatto con l'atrizina una cifra di anni fa!!!!

    Report

    Rispondi