Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Autovelox in tangenziale, introiti in 'picchiata'

Le multe ammontano a circa 700mila euro al trimestre (luglio-settembre 2016), quando il dispositivo è stato attivato nel 2015 si viaggiava sui 3 milioni di euro

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

21 Febbraio 2017 - 08:37

Autovelox in tangenziale, introiti  in 'picchiata'

CREMA - Diecimila euro in più di introito, tra luglio e settembre 2016, rispetto al secondo semestre dello stesso anno, non sono una cifra tale da far pensare che gli incassi dell’autovelox fisso siano in ripresa. Anzi, se mai, sono la conferma che l’impianto, installato ad aprile 2015 lungo la tangenziale cittadina, non è più fonte di sollievo per le casse comunali; come invece era accaduto nel primo anno. In media le multe sono scese a meno di 250mila euro al mese. In base ai dati resi noti dall’ufficio economato del Comune, l’autovelox, tra il primo luglio e il 30 settembre 2016, ha incassato 709.974 euro. Nel primo periodo di attivazione del dispositivo, tra il 12 aprile 2015 e la fine dell’estate dello stesso anno, l’autovelox aveva fruttato oltre tre milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianpaolo.filipponi44

    23 Febbraio 2017 - 14:10

    Resta l'articolo del VS giornale fine a se stesso, che come al solito difende coloro che fanno del codice stradale un proprio discredito ai reali bisogni degli utenti responsabili. Non ha mai notato nei VS articoli un commento che sia di rispetto ai comportamenti civili del codice della strada. Un vizio congenito che fà del VS quotidiano una pessima divulgazione.

    Report

    Rispondi

  • gianpaolo.filipponi44

    23 Febbraio 2017 - 14:04

    Lei di certo non fà parte dei polli, ma fa parte dei furbi, che fanno del codice stradale un seccatura che ostacola il suo modo di guidare.

    Report

    Rispondi

  • mcgcr

    21 Febbraio 2017 - 11:33

    sono ancora troppi.

    Report

    Rispondi

    • gianpaolo.filipponi44

      23 Febbraio 2017 - 13:42

      Personalmente mi dispiace, poichè i soliti pirati della strada ormai conoscono la posizione e rallentano. Poi per recuperare il tempo perduto ricorrono al vecchio sistema di piratismo conclamato. Il comune dovrebbe dotarsi di strumento dello stesso tipo, spostandone la posizione di volta in volta.Lo scopo oltre agli introiti, deve essere deterrente contro i troppi pirati che invadono le NS strade.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti