Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Emergenza buche, pericolo di tamponamenti e proteste

La pioggia degli ultimi giorni, dopo il gelo e il sale, ha dato il colpo di grazia ai rappezzi dei mesi scorsi sulle principali arterie cittadine

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

07 Febbraio 2017 - 09:00

Emergenza buche, pericolo di tamponamenti e proteste

Le disastrose condizioni in cui versa l’asfalto in via Milano a Crema

CREMA - Se da una parte hanno consentito di chiudere l’emergenza smog, le piogge abbondanti degli ultimi giorni, dopo due mesi di siccità e gelo, hanno però creato un nuovo problema in città: si sono formate buche pericolose un po’ ovunque, specialmente lungo le principali arterie che collegano il centro abitato con le strade di grande comunicazione. Anche il sale, sparso abbondantemente tra dicembre e gennaio per evitare i rischi del ghiaccio, ha fatto la sua parte. Tra le strade in cui più evidenti sono i danni al fondo bituminoso, c’è via Milano, martoriata da una serie di voragini, tanto che sono stati sistemati dei cartelli stradali che avvisano gli automobilisti del pericolo dovuto all’asfalto disconnesso. A saltare sono state soprattutto le toppe di catrame posizionate nei mesi estivi e autunnali. Prima il ghiaccio e il sale e poi l’acqua. Risultato, in diversi punti il bitume si è letteralmente sbriciolato e si sono formate buche in serie.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stradivari

    07 Febbraio 2017 - 09:34

    Non è solo la strada che porta a Milano, tutte le strade della provincia sono ridotte in uno stato pietoso e dobbiamo ringraziare le amministrazioni provinciali e statali che guarda a caso sono di centrosinistra. Più fatti e meno parole, che la gente è stufa!

    Report

    Rispondi