Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Paullese, raddoppio milanese

Lavori al via entro fine mese, è la promessa del vicesindaco di Milano

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

18 Gennaio 2017 - 09:13

Raddoppio Paullese, doccia fredda

La Paullese già raddoppiata sul Cremasco

CREMA - «Finalmente ci sono le condizioni per ultimare la riqualificazione la Paullese sino a Zelo Buon Persico, allo svincolo con la Tangenziale est esterna. A marzo verranno aperte le buste e, completato l’iter burocratico, il cantiere sarà in attività entro la fine dell’anno». La promessa porta la firma di Arianna Censi, vicesindaco della Città metropolitana milanese e arriva pochi giorno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della delibera del Comitato interministeriale di programmazione economica: il documento, risalente allo scorso agosto, conferma la priorità dell’opera e dà l’ok ai fondi per la riqualificazione. Si tratta dei 41 milioni di euro che serviranno per realizzare il tratto raddoppiato dal cavalcavia della ‘Cerca’ sino alla rotonda che porta al casello della Teem. Tutto il cantiere dovrebbe chiudersi in due anni, dunque per la fine del 2019. «Sulla vicenda del secondo lotto milanese si sono già buttati tre anni — commentato i ‘forzati’ dell’ex statle — sarà veramente la volta buona? Lo speriamo tutti». Tra le prime opere verrà immediatamente rimosso il semaforo di Conterico, causa di code quotidiane. «Tutte le scelte sono state condivise con i Comuni territorialmente interessati — prosegue Censi — con attenzione alle esigenze delle imprese agricole, alla salvaguardia ambientale e al risparmio energetico. Ad esempio è in fase avanzata lo studio per la sostituzione degli impianti di illuminazione obsoleti. Infine, abbiamo investito sullo sviluppo della mobilità dolce per consentire l’attraversamento in sicurezza della Paullese. I primi lavori partiranno da Paullo, con la realizzazione della rotonda che sostituirà il semaforo a Conterico, aprendo poi al prolungamento delle due corsie per senso di marcia». Come noto la gara d’appalto era già stata bandita oltre un anno fa, poi congelata in attesa di pubblicazione della delibera del Cipe.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400