Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PANDINO

Ragazzino solo in casa, i ladri cercano di entrare

Si stavano arrampicando sul balcone, ma sono stati visti da una signora a passeggio con il cane e sono fuggiti

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

10 Novembre 2016 - 08:27

Colluttazione con i carabinieri, arrestato spacciatore

Un mezzo dei carabinieri

PANDINO - «Mio figlio di 12 anni era in casa da solo, per fortuna non si è accorto che i ladri stavano arrampicandosi sul balcone. E’ stata una signora a passeggio con il cane a notarli dalla strada. Quando hanno capito di essere stati visti, sono fuggiti». A ricostruire la ‘brutta avventura’ ai carabinieri di Pandino è stata una giovane mamma, che vive in una zona residenziale non distante dal parco pubblico Lago Gerundo. Il tentativo di entrare nell’appartamento, al primo piano di una palazzina, risale ai giorni scorsi. Due uomini con un complice, quest’ultimo aspettava in strada a bordo di una Volkswagen Passat, sono entrati in azione all’imbrunire. Scavalcata la recinzione del piccolo condominio, si sono arrampicati sul balcone. In casa, come detto, c’era il ragazzino. E’ stato mentre cercavano di forzare l’infisso della porta finestra che la donna li ha notati. Si è avvicinata alla recinzione per capire cosa stessero facendo. I due si sono accorti della sua presenza, forse avvisati dal complice. Hanno così deciso di lasciar perdere. Sono tornati in tutta fretta sui loro passi e hanno raggiunto la Passat. Non appena a bordo, l’uomo al volante ha dato gas e l’auto si è allontanata a tutta velocità. Informati dell’accaduto, i proprietari dell’appartamento hanno poi allertato i carabinieri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400