Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Parcheggi, tassa occulta

Un minimo di 80 centesimi: attacchi anche da sinistra. Nel mirino la nuova gestione del servizio affidato alla GestOpark

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

15 Settembre 2016 - 09:17

Parcheggi, tassa occulta

Auto in sosta e il nuovo parcometro in piazza Premoli

CREMA - Una tassa occulta? Ottanta centesimi fino a mezz’ora di sosta anche se si lascia l’auto sullo stallo per pochi minuti: non è un’eccezione, non è solo per andare a prendere un caffè. Ci sono lavori per cui spesso capita di dover parcheggiare per pochi minuti davanti a un negozio, a un fornitore, a un cliente. Crema si adegua a un andazzo ormai corrente in molte città italiane. E in consiglio comunale scoppia la polemica. Bifronte. Un attacco dell’opposizione, la maggioranza se lo aspetta sempre; che arrivi da un partito che fa parte della coalizione un po’ meno. Anche se non è certo la prima volta che a sinistra del Pd i consiglieri cremaschi smettano i panni di governo per indossare quelli (che forse cadono meglio) di lotta. Tema del contendere la nuova gestione dei parcheggi a pagamento, servizio affidato alla GestOpark.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilgurzo2003

    15 Settembre 2016 - 09:52

    a Cremona è lo stesso. Anche con l'App EasyPark per la quale c'è già un 15% in più da pagare, ma la tanto decantata "tariffa a minuti effettivi" decade se la sosta è meno del minimo (i classici 25 minuti a 70 centesimi). Quindi io, che voglio stare tranquillo anche per i 5 minuti di un caffé, pago 80 centesimi per 5 minuti di sosta. Capito il giochetto? Primo risultato: non userò mai più il programma per soste brevi (il suo unico scopo) e tanto meno per quelle lunghe. Insomma: fallimento su tutta la linea a causa di una decisione contraria al buon senso e cioè sfavorire la rotazione veloce dei parcheggi obbligandoci ad un minimo.

    Report

    Rispondi