Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA IN TRINCEA

Centro ostaggio delle baby gang

I residenti esasperati di piazza Garibaldi chiedono il presidio fisso delle forze dell'ordine, visita del sindaco Bonaldi

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

04 Giugno 2015 - 11:03

Centro ostaggio delle baby gang

Il sindaco Stefania Bonaldi in via Desti

CREMA - «E’ impossibile dormire la notte, soprattutto nei fine settimana: siamo in balia di bande di ragazzini, spesso minorenni, che urlano, bestemmiano, litigano, suonano i campanelli e abbandonano rifiuti. E se ti affacci per chiedere loro di comportarsi in maniera più civile di tirano bottiglie di birra e ti apostrofano in maniera irripetibile». Protestano i residenti di piazza Garibaldi, delle vie Civerchi, Mazzini, Desti e Diaz, strade che sbucano sullo slargo dove si concentra la ‘movida’ cremasca. Mercoledì 3 giugno, nel corso dell’incontro con la giunta comunale nella sala parrocchiale di San Benedetto alcuni di loro hanno illustrato alla giunta i numerosi problemi che affliggono il centro storico. Insieme ai residenti anche il parroco don Luigi Agazzi.

«La situazione è molto peggiorata nell’ultimo anno e a nulla vale il periodico passaggio delle forze dell’ordine — hanno raccontato Alessia Fusar Bassini, Antonio Fusar Bassini e altri —: quando chiami carabinieri e polizia a volte non hanno le pattuglie da inviare. In altri casi passano, abbassano il finestrino e chiedono ai ragazzi di allontanarsi o di piantarla di fare baccano. Per qualche minuto ritorna la quiete, poi il caos ricomincia». Ogni week end è la stessa storia con il baccano e i bivacchi che vanno avanti sino all’alba. «L’unica soluzione sarebbe quella di un presidio fisso da parte delle forze dell’ordine, ma sappiamo bene che la carenza di uomini e mezzi lo rende di fatto impossibile» hanno precisato i residenti. «Per fortuna — hanno aggiunto — la mattina gli operatori di Linea gestioni effettuano un puntuale e preciso lavoro di pulizia».

Da parte del sindaco Stefania Bonaldi e dagli altri membri della giunta che l’hanno accompagnata — gli assessori Matteo Piloni e Fabio Bergamaschi e il consigliere delegato ai quartieri Matteo Gramignoli — c’è stata la piena disponibilità a segnalare nuovamente il problema alle forze dell’ordine: «Abbiamo in vigore l’ordinanza che multa i minorenni per il consumo di alcolici — ha spiegato Bonaldi — i vertici di polizia locale, carabinieri e polizia di Stato sono ben consapevoli del problema e organizzano periodici e sempre più frequenti controlli, anche in orario serale e nei fine settimana». Oltre agli schiamazzi, chi vive in via Diaz e via Desti affronta il problema della sosta selvaggia a tutte le ore, specialmente la sera durante i fine settimana: «Chi frequenta i locali parcheggia ovunque — hanno sottolineato i residenti — rendendo impossibile l’ingresso nei passi carrai. E se fai qualche osservazione vieni regolarmente preso a male parole. Chiediamo più controlli e sollecitiamo tutti al rispetto delle regole, altrimenti non si vive più».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400