Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Ruota panoramica, tutti i dubbi

Commercianti e residenti di piazza Garibaldi preoccupati per privacy e riduzione dei parcheggi

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

24 Aprile 2015 - 09:08

Ruota panoramica, tutti i dubbi

Piazza Garibaldi destinata alla ruota panoramica

GRETA - Una ruota panoramica di 30 metri in piazza Garibaldi, con vista sulla città (e sull’Expo). E i commercianti della zona restano sospesi tra preoccupazione e curiosità. A cinque giorni dall’inizio dei lavori d’installazione dell’attrazione che animerà la piazza sino al 3 giugno, si rincorrono i commenti di chi vive e lavora nell’area occupata dalla ruota, a discapito di qualche parcheggio. Se infatti non è il denaro a preoccupare — il progetto è a costo zero per il Comune, in quanto finanziato da Confcommercio — sembra invece destare qualche dubbio la scelta dell’amministrazione di ‘liberare’ lo spiazzo e la parete nord della chiesa di San Benedetto da 26 stalli, per lasciare spazio alla ruota.

«E questo potrebbe rappresentare un serio problema — dichiara Gianbattista Bonini dell’omonima salumeria sull’angolo tra via Mazzini e piazza Garibaldi — soprattutto in vista del carico e scarico dei fornitori. In questi giorni mi sono anche confrontato con alcuni residenti della piazza, non entusiasti all’idea che la visuale dalla ruota panoramica possa invadere la privacy delle loro abitazioni. Se, al contrario, l’attrazione si rivelerà invece in grado di attirare visitatori e incentivare il commercio, allora sarò il primo a riconoscerlo».

Incuriosita dalla novità ma ‘frenata’ dall’eventualità che attorno alla giostra possa essere autorizzata la presenza di stand e chioschi è poi Giusy Moschetti, titolare della Gelateria Rosa: «L’idea di portare più turismo a Crema è ottima, ma se deve comportare concorrenza, allora perde di significato».

Contrastanti sono le opinioni dei due titolari di Pelle e cuoio , esercizio antistante la chiesa di San Benedetto: «Sono affascinata al pensiero dell’attrazione in città. È di richiamo per bambini e famiglie. Certo si sperano non solo la domenica, quando siamo chiusi», commenta Marilena Noris, mentre più diffidente è Marco Bergamaschi, convinto che «le ruote panoramiche siano attrazioni adatte a grandi città, come Londra. Temo che tra installazioni, eliminazione dei parcheggi e nuova segnaletica, Crema non regga il caos».

Totalmente a favore, infine, la titolare del bar 0373 Chiara Badoer : «La mia attività non è compresa nell’area in cui sorgerà la ruota, ma vedo nell’iniziativa un’occasione per ottenere visibilità. Mettiamoci alla prova». Insomma, la giostra desta tanta perplessità, quanto stupore e attesa. E una voce fuori dal coro, intanto, lancia una provocazione: «Perché non si è pensato all’area degli ex-Stalloni? Dall’alto, i turisti avrebbero visto il centro città e il verde del parco che circonda la struttura, a qualche metro dal ‘cuore’ di Crema».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400