Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Un semaforo 'in dono' per Davide

Dopo due anni di richieste martedì 23 la ‘consegna’ . Il giovane non vedente potrà attraversare la Gronda senza accompagnatori

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

24 Dicembre 2014 - 10:28

Un semaforo 'in dono' per Davide

Davide Cantoni all'altezza del passaggio ciclopedonale

CREMA - Regalo di Natale per Davide Cantoni. Il giovane non vedente che vive nella frazione dei Mosi, a nord della città, ha vinto la sua lunga battaglia: ha ottenuto l’installazione e l’attivazione di un semaforo personale a chiamata, dotato di avvisatore sonoro, all’altezza dell’attraversamento ciclo pedonale della Gronda Nord. Martedì 23 in mattinata, l’assessore comunale ai Lavori pubblici Fabio Bergamaschi e lo stesso Cantoni si sono ritrovati per inaugurare il dispositivo, costato 15mila euro.

Davide ha un telecomando; quando arriva all’attraversamento, attiva l’impianto. Per le auto compare il verde, poi si passa al giallo e al rosso. Pochi istanti e il segnalatore acustico avvisa Davide che è possibile attraversare. Ha sedici secondi di tempo per farlo, un tempo più che sufficiente per passare dall’altra parte, accompagnato dal suo fedele cane guida Diva, labrador donatogli dai Lions. «Sono passati oltre due anni dalla mia prima richiesta — ha raccontato Davide — sono molto felice per questo risultato. Merito di tanti, da chi mi hanno aiutato raccogliendo le firme, del consigliere della Lega Alberto Torazzi, che aveva portato il mio caso in aula degli Ostaggi, e del Comune che ha capito le mie necessità».

Davide aveva sollevato il problema in quanto il suo cane guida rimaneva disorientato dal continuo via vai di veicoli, specialmente da quelli provenienti dalla rotatoria, non sapendo decidere il momento adatto all’attraversamento. Ciò costringeva il padrone ad avere sempre a fianco un accompagnatore. Un limite evidente alla possibilità di spostarsi da casa in città e viceversa. «Non potevamo installare un semplice semaforo a chiamata utilizzabile da tutti i pedoni o ciclisti — ha precisato Bergamaschi —: ciò avrebbe significato avere troppo spesso il rosso sulla Gronda Nord, creando code. Abbiamo optato, primi nel territorio, per un dispositivo ‘ad hoc’ per Davide. Se ci fossero altri cittadini con disabilità certificate che avessero bisogno del telecomando lo potranno richiedere in municipio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400