Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Lettere al Direttore

Betty Faustinelli

Email:

bfaustinelli@laprovinciadicremona.it

04 Agosto 2015 - 10:17

IL CASO
Una buona estate con Trenord!
Signor direttore,
con oggi si è aperta l'odissea estiva dei pendolari cremaschi/castelleonesi e soresinesi diretti a Milano. Come noto sono stati cancellati i treni diretti per Milano, per cui il viaggio dovrebbe articolarsi tra il treno 10460 e, da Treviglio, il 1700. Una volta arrivato a Treviglio (dove i treni per Milano sono passati da uno ogni 10/15 minuti a 1 ogni 30 minuti), la ressa di pendolarti era notevole, tanto che non tutti sono riusciti a salire sul treno 1700 (la ressa negli scomparti era degna del peggiore dei giorni di sciopero!!). Appena partiti da Treviglio un passeggero si è sentito male, ma i soccorsi sono arrivati solo a Pioltello.
A questo punto si è scatenato l'inferno:

• il passeggero stremato dal caldo e dalla ressa sdraiato sulla banchina con i pendolari a fargli aria senza il supporto di nessun altro (fino a che si è ripreso ed è andato, sorretto da altri pendolari, dai sanitari in arrivo a Pioltello)
• il controllore non ha avvisato i restanti passeggeri del fatto che il treno sarebbe stato fermo fino all'arrivo dei sanitari (quindi di fatto si è persa l'opportunità di prendere un Bergamo che avrebbe velocizzato l'arrivo a Milano). Morale della favola, dopo innumerevoli richieste al personale di bordo, siamo ripartiti e arrivati a Milano dopo 2 ore dalla partenza da casa.
Buona estate con trenord.
Stefania
(s85ste@hotmail.it)

Che sia estate, primavera, autunno o inverno, la musica è sempre la stessa. I treni non funzionano e arrivano in ritardo quando fa caldo e quando fa freddo. Noi registriamo storie come questa, di ordinaria odissea, e diamo risalto alle vostre legittime proteste perché siamo convinti che chi la dura la vince.

LA POLEMICA
Stanchi di un governo che usa i sindaci come parafulmini
Egregio direttore,
la Corte dei Conti fotografa l’agonia dei Comuni: in 4 anni a Caorso il governo ha sottratto risorse per circa un milione di euro. E quest’anno il taglio operato da Renzi è stato di 200mila euro. Siamo stanchi di un governo che usa i sindaci come fossero suoi parafulmini. La logica del governo è meschina: non parliamo infatti solo di tagli sui trasferimenti dallo stato centrale, ma anche di prelievi forzosi sui tributi locali che i Comuni riscuotono. Siamo preoccupati, questa razzia di stato penalizza gli enti virtuosi e mette a rischio i servizi in un momento in cui le richieste di aiuti aumentano, causa crisi. Parliamo di persone sole, famiglie, disabili, inserimenti al lavoro legati alla fragilità e alla povertà. La politica dei tagli, che con Renzi è degenerata, fa macelleria sociale. Questo stato è il nostro principale nemico. E all’orizzonte si nasconde un’ulteriore insidia: la riforma del catasto, ennesima stangata a danno di cittadini e imprenditori. Con la revisione, infatti, le rendite saranno aumentate anche di sei volte. E la ‘ba t os t a’ interesserà non solo le case, ma anche le aziende. Altro che politica di riduzione fiscale.
La politica di Renzi è solo un barbaro scaricabarile. Verrà il premier a dire ai nostri cittadini che dovremo tagliare i servizi per mancanza di risorse, che il suo governo ci ha indebitamente sottratto? Invito tutti i colleghi sindaci - al di là delle appartenenze politiche - a fare squadra e ad alzare la testa. Mai come oggi, tra tagli e accanimenti fiscali, c’è il rischio che la situazione diventi ingestibile per gli enti locali.
Roberta Battaglia
(sindaco di Caorso)

Autovelox rimosso perché non redditizio
Egregio direttore,
mi aspettavo da lei anche solo una semplice correzione al suo commento del 2 agosto, alla lettera del signor Luigi Cei. Nella sua risposta, lei elogia il sindaco di Sesto Cremonese per aver rimosso l'autovelox sulla ex 415, in località Costa Sant'Abramo. A mio modesto parere, la rettifica sarebbe necessaria, perché Costa Sant'Abramo è una frazione del Comune di Castelverde, mentre invece per quanto riguarda il plauso ai sindaci mi sembra un po’inopportuno.
Il sindaco di Sesto ed Uniti, nella sua duplice veste se ne guarda bene dal togliere uno dei tre autovelox posizionati sul territorio sestese, mentre invece, da notizie in mio possesso, l'autovelox di Costa Sant'Abramo è stato rimosso perché gli introiti non coprivano più il costo del noleggio dell'apparecchiatura. Per cronaca e non per critica.
Lettera firmata
(Sesto ed Uniti)

Dall’ex sindaco polemica di bassa lega (nord)
Egregio direttore,
le sue parole che qui riporto «Ha ragione. Quella del sindaco di Salvirola è una bella lezione dalla quale tutti dobbiamo imparare» in merito alla mia lettera del giorno 30 luglio, mi fanno un immenso piacere. Sicuramente come dice il mio caro concittadino Pedretti non ne azzecco una, ma con lui sono in buona compagnia!
Credevo di avere risposte da esponenti leghisti di un certo peso, invece mi devo accontentare di Pedretti. Come di consuetudine il nostro ex-sindaco fa la solita polemica di bassa lega (nord) e sinceramente non ho assolutamente voglia di consumare carta e penna per le sue superficiali affermazioni!!
Nello Sesso
(Gallignano)

Gli anziani non sono zavorra e meritano rispetto
Egregio direttore,
mi permetta di rispondere alla lettera titolata «Sto con Angeli Custodi», a firma M.R.G., apparsa sul quotidiano La Provincia. Anzitutto vorrei ringraziare la lettrice per le parole di incoraggiamento e di plauso nei confronti miei e della mia associazione. Vorrei altresì rispondere ai quesiti che vengono posti. Come spesso accade, quando ci si rivolge alle istituzioni in genere, dapprima si hanno parole di elogio e condivisione per iniziative rivolte alle criticità e alle fragilità poi, quando bisogna passare dalle parole ai fatti tutto cambia.
La mia associazione si è rivolta, al sindaco e relativa giunta, del Comune di Soresina per avere uno spazio a disposizione per fare sportello d'ascolto (due ore la settimana) onde evitare alle comunità di Soresina e Comuni limitrofi di dover venire fino a Cremona per presentare le loro istanze e ricevere consulenza. Risultato: dopo aver inoltrato la richiesta, ho atteso oltre un mese e, dopo diversi solleciti telefonici, ho ricevuto una mail di diniego senza alcuna motivazione.
Dimostrazione di mancanza di sensibilità? Mi pare che proprio lo stesso sindaco, in questi giorni, lamentava il fatto di non avere il sostegno delle istituzioni per le problematiche del suo Comune (...). I nostri anziani non sono «zavorra», ma esseri umani bisognosi e meritevoli di tanto rispetto!
Giuseppe Bruno
(Presidente Nazionale Angeli Custodi)

Via quell’opera orribile e ripristino delle mura
Signor direttore,
in via Kennedy, sulla destra uscendo dal centro, alla fine della costruzione della Fondazione esiste un passo carrabile per le ambulanze, a fianco di tale passo carrabile esiste una costruzione adibita a locale tecnico, non conosco lo scopo di tale locale, se adibito a gas o elettricità, ma questo poco conta. Il fatto è che questo locale è stato costruito con una parete che appoggia sulle antiche mura storiche, in parte addirittura demolite.
Ora mi chiedo quale eccelsa mente di progettista, geometra, architetto o ingegnere abbia potuto progettare una simile opera e quale eccelsa mente comunale abbia potuto deliberare un simile benestare. Anche se l’opera è stata costruita anni or sono, chiedo la demolizione di tale locale tecnico e il ripristino delle antiche mura storiche (...).
Mario Giuriati
(Crema)

La tachipirina non è da bandire
Gentile direttore,
negli ultimi tempi capitano delle cose curiose nell'ambito della medicina. Solo per fare un esempio la tachipirina è oggetto di sonore critiche. Contrariamente va rilevato che la stessa è fondamentale per l'abbassamento della temperatura corporea in caso di influenza. Andrebbe sottolineata la rischiosità del suo non utilizzo. Come detto invece nei motori di ricerca impostati sul nome di tale farmaco ne viene sconsigliato e criticato l'uso da parte di siti che si occupano di salute. Cosa alquanto grave e pericolosa. Il ministro Lorenzin dovrebbe occuparsi di questo anziché, ad esempio, trattenere sui pacchetti di sigarette frasi illiberali quali «il fumo danneggia chi sta intorno».
Silvio Pammelati
(Roma)

Animalisti solo per interesse non esitate a contattarmi
Egregio direttore,
ogni giorno si sente di animalisti solo per interesse personale, sezioni di associazioni chiuse senza aver informato i soci e simpatizzanti che continuano a fare donazioni, nuove associazioni che non hanno uno statuto, richieste di denaro per sterilizzazioni e cure mediche, falsi canili... Chiunque nella provincia di Cremona pensi di aver subìto un raggiro in nome degli animali, mi contatti, erichroll13@gmail.com Oggetto «Animalisti Per Interesse», collaborerò con lo scrivente, le istituzioni, forze dell'ordine e magistratura per far cessare gli illeciti.
Enrico Brandi
(Cremona)

Sindaco, fa demagogia con la parola ‘povero’
Gentile direttore,
in riferimento. al caso del 31.7 e senza nessuna polemica, vorrei far presente al sindaco che chiedere rimedio ad una stortura, che lui stesso aveva riconosciuto, non significa chiedere beneficenza.
La parola «povero» da lui decantata, in questo caso é pura demagogia. Pagare l'Imu per una seconda casa può farti classificare tra i ricchi. Peccato che io pur avendone una sola sia costretto a farlo. Non chiedo elemosina ma solo un minimo di buonsenso che sembra sale non disponibile per i nostri amministratori.
Gilio Bonardi
(Casalbuttano)

Malvezzi rispetti anche le famiglie gay
Signor direttore,
chi si crede di essere il consigliere regionale Carlo Malvezzi, che (...) va contro l’art. 8 della Convenzione dei diritti umani, che stabilisce il riconoscimento giuridico di tutte le famiglie anche gay? La richiesta alla Corte Europea che i matrimoni gay celebrati all’estero vengano riconosciuti anche in Italia è venuta dalla sua parte politica, cioè da alcune coppie omosessuali di Gaylib, l’associazione nazionale dei gay liberali e di centro destra. Essere gay è un diritto naturale, ma ancora di più è un dovere morale vivere gli affetti quotidiani con i propri compagni di vita nei momenti anche difficili, alla luce del sole, dinnanzi a se stessi, alla società, e per un credente è obbedienza a Dio!
Non è un capriccio o desiderio, ma volontà d’amore per i propri figli, che vogliono essere amati anche da genitori di diverso orientamento affettivo. Non si accettano lezioni di morale da una destra ossessionata dal sesso, fondamentalista e corrotta, razzista, moralista ed ipocrita, che non vuol vedere in casa sua, e si permette di fare guerra alla Corte Europea di Giustizia, che col nostro denaro pubblico ha multato per l’ennesima volta lo Stato italiano, perché ormai è l’ultimo Paese incivile ed anticristiano, che non legifera sul matrimonio gay egualitario.
Luciano Bartoli
(bartlux@libero.it)

Assicurazione dei veicoli ripristiniamo la carta verde
Signor direttore,
ho ricevuto con piacere la notizia che si può controllare se un'auto è assicurata solo attraverso la targa ma, provando su internet, si controllano solo le targhe dei veicoli immatricolati in Italia. Quindi i veicoli immatricolati in altri paesi non vengono rilevati e possono viaggiare indisturbati senza avere l'assicurazione? Una volta c'era la carta verde per andare all'estero. Ripristiniamola alla frontiera: se un'auto non è coperta da assicurazione stop, non si passa. E tutti i veicoli rumeni in circolazione
Lettera firmata
(Cremona)

Permessi, per evitare abusi ci sia la foto del titolare
Signor direttore,
per non parlare di persone che usano permessi di parenti o persone anche decedute basterebbe controllare la titolarità dei permessi che sono provvisti di nome identificativo e di fotografia tanto nessuno controlla. Mi sembra inoltre che i vecchi permessi arancione non siano più validi e che pertanto questi possano essere ritirati anche dai vigili dopo aver sanzionato i furbi PGC
P. C.
(piergici@alice.it)

Chi non ama gli animali non ama le persone
Signor direttore,
vorrei, con la presente, condividere quanto scritto dal signor Giorgino Carnevali in merito all’abbandono degli animali nel periodo estivo: è davvero una schifezza ed una vigliaccata fatta da molti, proprio perché esistono sia veterinari che hanno appositamente luoghi attrezzati per poterli tenere, sia perché moltissimi alberghi e non di lusso, lo sono nello stesso modo, basta solo cercare. Un aforisma suffraga la scelta di quel gruppo di ignoranti che si comporta così: «Chi non ama gli animali non vuole nemmeno affatto bene alle persone».
Roberto Bonezzi
(Cremona)

Ho deciso: il signor Zecchini non merita risposta
Caro direttore,
la presente per comunicare al signor Zecchini Andrea di Camisano, che non è mia intenzione replicare alla sua ultima lettera in quanto non vale la pena rispondere e lo trovo alquanto inutile.
Gabriele Cervi
(Dirigente di Comunità Blog: www la cascinetta didattica onlus.it)

Renzi, macché ammiraglio è un guitto da sbaraglio
Egregio direttore,
l’imbonitore e il presunto taglio delle tasse. Stando agli ultimi rilevamenti Istati che registrano una disoccupazione salita al 12,7% (quella giovanile addirittura al 44,2%) ritenere segnali timidi ma incoraggianti le parole di Renzi sarebbe da stolti. Ben altro che ammiraglio: un guitto allo sbaraglio!
M.R.
(Cremona)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi