Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MOTOGP

Valentino Rossi arrivo! L'11enne Cristian Borrelli nella scia del Dottore

Il baby prodigio di Trescore al terzo posto a Valencia nella MiniGp World series

Lucilla Granata

Email:

redazione@laprovinciacr.it

15 Novembre 2021 - 20:17

VALENCIA -  Correre a quasi 200 km orari a 11 anni sul circuito professionistico di Valencia. E arrivare a essere il numero 3 del mondo nella tua categoria. Farlo per di più, nel giorno e nel luogo, dell’ultima gara della leggenda del MotGp Valentino Rossi, tuo idolo. Ecco in sintesi la cronaca degli ultimi 5 giorni trascorsi da Cristian Borrelli, talento del motociclismo cremasco. L’11enne di Trescore Cremasco, che ha vinto il campionato italiano velocità Ohvale 160 bissando il successo ottenuto nel 2020 nella categoria Ohvale 110, dopo aver dominato la stagione, ha chiuso l’anno agonistico con un weekend da sogno. Correndo a Valencia il MiniGp World series, in concomitanza con la gara di MotoGp, l’ultima della carriera di Vale.

Cristian non solo si è classificato terzo nel Fim MiniGp World series dietro a due coetanei che correvano in casa, gli spagnoli Izan Rodriguez Alvarez e a Pablo Olivares Rodriguez, ma ha vissuto emozioni che fatica ancora a metabolizzare.
'È stato bellissimo anche se l’impatto non è stato molto facile. Martedì scorso quando siamo arrivati ci hanno consegnato la moto» racconta Cristian. Anche se in teoria è uguale alla mia, ho avuto difficoltà a trovare l’assetto giusto. Aveva forcelle e ammortizzatori standard, una frizione diversa da quella che utilizzo normalmente e gomme diverse. Insomma le prove libere sono state un disastro e sono finito al diciassettesimo posto. Psicologicamente sono andato un po’ giù, ho avuto una piccola crisi, ma poi il mio team e Andrea Olivari in particolare, mi hanno parlato, fatto ragionare e ho ritrovato un po’ della mia tranquillità. Nelle prove ufficiali non sono comunque riuscito a piazzarmi oltre l’ottavo posto. Sono partito in terza fila e non è mai successo in tutta la stagione. Ma ci stava comunque, era il mio primo Mondiale. In gara 1 ho chiuso al settimo posto. In gara 2 sono partito male, ma sono comunque riuscito a centrare la terza posizione finale. In gara 3 infine, ho guadagnato il quinto posto in griglia e da lì riuscendo a fare un po’ di sorpassi a piazzarmi al secondo posto. Dalla somma delle tre gare è uscito il terzo posto finale. Ho battuto anche due volte il record della pista per la mia categoria con il giro più veloce. Forse mi sarebbero bastati un paio di giorni in più a avrei potuto fare ancora meglio, ma va bene così è stata un’esperienza straordinaria e poi ho provato emozioni estreme. Quando è arrivato il circo del MotoGp è stato un sogno, sommato alla tristezza per l’ addio di Valentino. La Fim ci ha fatto vivere delle emozioni che ricorderò per tutta la vita. Nei box con i piloti abbiamo visto come lavorano e come si preparano. Stare lì con loro è stato entusiasmante e anche molto interessante, ma la vera sorpresa è arrivata il sabato. Mi hanno fatto entrare nel box di Valentino e ho potuto dagli la mano e fagli i miei complimenti. È stato uno dei momenti più belli della mia vita. Che credo e spero sarà questa. Guidare una moto'.
Ora la stagione è finita. Il tempo, poco, di far sedimentare le emozioni e di fare qualche riflessione e poi si riparte. Da dove? 'Sarei dovuto passare in pre moto 3, ma la Fim ha alzato l’età a 14 anni. È un continuo cambiamento per cui facilmente nel giro di un anno ricambieranno di nuovo le regole. Io perciò la prossima stagione correrò il campionato velocità Ohvale 190, ultima tappa prima della pre moto 3. Ora mi aspettano un paio di settimane di riposo, scuola a parte e poi riprenderò subito con gli allenamenti sulla nuova moto. Riprenderò a correre, più forte che posso'.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400