Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

AGNADELLO

Rievocazione storica, gran finale della Fiera di San Vittore

Una cinquantina i figuranti, la maggior parte dei quali bambini, che hanno dato vita alla rappresentazione in costume d’epoca nel cuore del paese

Gianluca Maestri

Email:

redazione@laprovinciacr.it

16 Maggio 2022 - 05:10

AGNADELLO - Un tuffo all’indietro di secoli per conoscere come e quando si arrivò alla costruzione dell’attuale chiesa parrocchiale di San Vittore Martire, edificata fra il 1721 ed il 1748, senza dimenticare la celebre e sanguinosa battaglia del 1509 tra veneziani e francesi.

In molti, tra cui tante famiglie, ieri pomeriggio hanno assistito alla rievocazione storica «A spasso nel tempo .... Agnadello: mille anni di storia cristiana», organizzata dalla Pro loco in piazza Castello.

Una cinquantina i figuranti, la maggior parte dei quali bambini, che a partire dalle 16,30 hanno dato vita alla rappresentazione in costume d’epoca nel cuore del paese. Ai Visconti, signori di quell’epoca, gli agnadellesi hanno raccontato la storia della loro chiesa, aiutati da pannelli illustrativi. Curata nei minimi dettagli, con Valerio Cavallini e Giovanna Maffioli in veste di narratori, la rievocazione storica ha trovato grande approvazione fra il pubblico munito di brochure informativa fatta stampare e distribuita dalla Pro loco. E se si parla di storia locale, in qualsiasi rievocazione (ogni anno la Pro loco descrive un diverso accadimento) non può mancare un riferimento alla celeberrima battaglia di Agnadello del 1509 fra gli eserciti della Repubblica di Venezia e della Lega di Cambrai: così è stato anche ieri in uno scorcio di piazza Castello: accanto al monumento all’Avis, c’erano non solo gli stendardi con sopra scritto il racconto dei momenti salienti ma anche un cannone, smontato e rimontato da un gruppo di volontari, che però era pieno di fiori, chiaro messaggio di pace pensato dagli organizzatori.

Tornata dopo due anni di stop a causa della pandemia la rievocazione storica era ricompresa nella due giorni di festa della prima edizione della Fiera di San Vittore, pensata e organizzata dall’amministrazione comunale (i referenti erano il consigliere comunale di maggioranza Bruno Madonini e l’assessore alla cultura Jessica Magurno) per animare la ricorrenza del patrono. Cominciata sabato, la fiera è proseguita ieri con una trentina fra bancarelle e stand di associazioni, giochi gonfiabili per bambini, i giochi di una volta in piazza Castello e la messa solenne in chiesa parrocchiale, raggiunta da autorità e cittadini in corteo dopo il momento inaugurale con l’accompagnamento delle note della locale banda musicale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400