Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Il Comune si tinge di blu ed è vicino ai più piccoli: proposte e iniziative

Il 20 novembre si celebra la Giornata Internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

20 Novembre 2021 - 11:15

CREMONA - Oggi, 20 novembre, si celebra in tutto il mondo la Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che ricorda l’adozione della Convenzione sui diritti dei bambini da parte dell’ONU. Ratificato dall'Italia nel 1991, il trattato riconosce i più piccoli come persone titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.

Questa sera le finestre della facciata principale di Palazzo Comunale si tingeranno di blu, il colore che distingue le bandiere dell’ONU e dell’UNICEF. L’impegno dell’Amministrazione comunale per tale occasione è stato trasversale con numerose iniziative che hanno coinvolto gli Assessorati all’Istruzione, alla Cultura e alle Politiche Sociali.

LE INIZIATIVE. Le insegnanti di asili nido e scuole infanzia comunali stanno celebrando la ricorrenza dedicandole un’intera settimana di attività fino al 26 novembre. Bambine e bambini delle scuole per l'infanzia sono coinvolti in produzioni artistiche che andranno a colorare gli spazi esterni delle scuole, mentre i piccoli degli asili nido si concentreranno sul diritto all’espressione. Le famiglie, infine, potranno assistere a video-letture in diretta o in differita, attraverso la piattaforma G Suite. Numerosi sono inoltre gli appuntamenti diffusi sul territorio, in collaborazione con UNICEF che quest’anno festeggia il suo 75° compleanno.

“L’emergenza sanitaria ha avuto e sta avendo tutt’ora - dichiara l’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri - un forte impatto sulle famiglie e sui minori, soprattutto in relazione al diritto all’istruzione e alla socialità. L’Amministrazione comunale si impegna da anni per garantire questi diritti, attraverso la diretta gestione di 4 asili nido e 9 scuole infanzia, sostenendo il sistema scolastico cittadino con risorse e progettualità del Piano del Diritto allo Studio e promuovendo la relazione tra scuola e territorio”.

Nell’ambito della consolidata collaborazione con l’Associazione Parole O_stili e l’adesione al progetto AncheIoManifesto: diffondi il manifesto… tra i più piccoli lo Sportello Antidiscriminazioni (Politiche Sociali) ha donato a tutte le sezioni delle scuole dell’infanzia pubbliche il volume Parole appuntite, parole piumate. Le prime copie del libro sono state simbolicamente consegnate giovedì 18 alla scuola infanzia Martiri della Libertà proprio dall’assessora Maura Ruggeri affiancata dall’assessore Rosita Viola. Tanta la curiosità dei più piccoli verso il volume – illustrato dalla nota cartoonist Nicoletta Costa – che racconta attraverso filastrocche e disegni i concetti portanti del linguaggio non ostile.

Sempre nella giornata di giovedì, la Piccola Biblioteca ha alla scuola primaria Don Primo Mazzolari due valigie contenenti ben 115 libri tra albi illustrati, fiabe e storie.

“Ogni anno scolastico questa 'Valigia dei libri' raggiungerà una diversa scuola primaria della città sottolineando così l’importanza non solo dei libri stessi, ma anche della loro condivisione”, spiega al riguardo l'assessore ai Sistemi Culturali Luca Burgazzi.

Infine, venerdì 19 novembre, gli alunni della scuola dell’infanzia Martini sono stati ricevuti nella Sala dei Quadri dal Presidente del Consiglio Comunale Paolo Carletti, al quale hanno donato alcuni elaborati creativi dedicati al tema dei diritti che li riguardano.

Durante l’incontro con i bambini, che hanno ricevuto una copia del libro Parole appuntite, parole piumate, l’assessora Rosita Viola ha sottolineato l’importanza di non utilizzare parole “cattive” che possano ferire gli altri nel rapporto con i compagni di classe, con gli insegnanti e la famiglia.

Un impegno questo preso anche dagli amministratori comunali nella sottoscrizione del Manifesto della Comunicazione Non O_stile le cui iniziative di diffusione, dedicate ai più piccoli, sono proseguite nella collaborazione con la Piccola Biblioteca che ha ricevuto copie di diversi libri su questo tema.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400