Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ASST CREMONA

Spiderman e Wonder Woman, due supereroi in Pediatria

La visita ai bambini dell’ospedale Maggiore, un gesto di cura che commuove: “E’ stata un’esperienza fantastica”

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

27 Agosto 2021 - 14:06

CREMONA - Stamattina Spiderman e Wonder Woman sono arrivati all’improvviso all’Ospedale di Cremona per fare una sorpresa ai bambini e alle bambine ricoverate, ai neonati e alle loro mamme. Ad accoglierli Rosario Canino (Direttore Sanitario ASSt di Cremona), Claudio Cavalli (Direttore Pediatria Aziendale), Monica Ravani (Coordinatrice Patologia Neonatale) e Paola Parma (Coordinatriche Ostetricia) insieme a medici, infermieri e oss. Naturalmente tutti i protagonisti della storia erano muniti di green pass. 

La reazione di Alessandro è di quelle che non si dimenticano. Lui, che  era in un momento no, alla vista dei super eroi si è illuminato, d’incanto. Gli è corso incontro per un abbraccio spontaneo e sconfinato, come in un lieto fine di tutto rispetto.

David (poco più di un anno) ha sorriso subito a Spiderman tendendo la mano. Poi c’è il piccolo Orlando appena nato in braccio ai genitori e Luca che - con ironia – dice: “Anch’io da grande voglio fare il supereroe.”

Oggi le stanze del reparto di ostetricia registrano il tutto esaurito, un concerto di vagiti e le mamme che allattano e non credono ai loro occhi: “Siete davvero voi, Spiderman e Wonder?” Poi la visita ai bimbi prematuri: dal vetro uno scambio di sguardi e gesti, con le mamme e le infermiere. Ci siamo capiti. 

Uscendo una signora dice: “Posso chiedervi una cosa? Io ho una malattia rara, ogni volta che potete pensate a tutte le persone con malattie rare. E’ importante.” 

Mattia (Spiderman) e Giada (Wonder Woman) sono due super persone, la loro presenza in ospedale è stata un gesto di cura potente che ci ha fatto commuovere e sorridere. Per pochi minuti, chi ha avuto la fortuna di incontrarli, si è sentito più leggero. Anche a loro, da piccoli, è capitato di dover stare in ospedale. Un ricordo che è rimasto impresso per le difficoltà emotive e la paura. Oggi, che sono grandi, indossano i panni dei loro beniamini, visitano i reparti ospedalieri per portare un po’ di sollievo e creare ricordi positivi. “E’ stato davvero bello vedere lo stupore sui volti delle persone dentro l’ospedale. Non eravamo più abituati – spiega Canino. Attraverso la magia dei fumetti è stato possibile entrare in relazione con i piccoli pazienti e creare una relazione inaspettata. Grazie a Mattia e Giada per quello che stanno facendo e soprattutto per come lo stanno facendo”. 

Per Spiderman e Wonder Woman “visitare l’ospedale di Cremona è stata un’esperienza fantastica. I bambini erano emozionati e ci hanno fatto emozionare. Abbiamo trovato un ambiente molto accogliente e propositivo. Grazie a tutti i sanitari per il loro lavoro”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400