Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CULTURA

Monteverdi, lo sguardo del «Divino» sulla sua città

E' tornato a Cremona «moltiplicato» nelle sagome elaborate dal pittore cremonese Guido Buganza e ci guarda dai balconi del centro storico

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

15 Giugno 2021 - 14:37

CREMONA - La barba bianca, gli occhi vivaci e la giacca nera dove spiccano colletto e polsini bianchi. Celebre e celebrato in tutto il mondo, Claudio Monteverdi è tornato in città e ci guarda «moltiplicato» — nelle sagome elaborate dal pittore cremonese Guido Buganza — dai balconi del centro storico facendoci compagnia e rammentando ai suoi concittadini il curioso paradosso di essere a volte meno conosciuti proprio dove si è nati.

Opera, musica danza, teatro e poi performance, audizioni, incontri, visite guidate, workshop e anche un dj set. Sarà una grande festa per Cremona il Festival Monteverdi all’esordio venerdì 18 giugno al Ponchielli con l’Orfeo per la regia di Andrea Cigni. Oltre un centinaio gli artisti «in residenza» per un mese, pacifica invasione di musicisti, cantanti, registi, coreografi, direttori d’orchestra, nel nome della musica e della bellezza, omaggio ai cremonesi e a tutta la città.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400