Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Audizione speciale – Fabrizio von Arx suona lo Stradivari “The Angel” 1720

Il suono di Stradivari. Audizioni con strumenti storici

Eventi & Appuntamenti

Email:

eventi@laprovinciacr.it

23 Novembre 2021 - 19:27

Audizione speciale – Fabrizio von Arx suona lo Stradivari “The Angel” 1720

Audizione speciali
Il Suono di Stradivari

FABRIZIO VON ARX
violino Antonio Stradivari The Angel 1720

KIT ARMSTRONG
pianoforte

 

GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2021, ore 12
Auditorium Giovanni Arvedi
Museo del Violino - Cremona

 

Ludwig van Beethoven  (1770 - 1827)
Sonata  n.5 op. 24, La Primavera
Allegro
Adagio molto espressivo
Scherzo. Allegro molto
Rondò. Allegro ma non troppo

Sonata n.9 op.47,  Kreutzer
Adagio sostenuto. Presto 
Andante con variazioni 
Finale. Presto

 

posto unico Euro 8

biglietteria Museo del Violino  0372 080809

online vivaticket.com

Fabrizio von Arx
Svizzero e napoletano, Fabrizio von Arx ha iniziato gli studi di violino all'età di cinque anni sotto la guida di G. Leone e ha proseguito presso il Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli. Bambino prodigio, ha vinto giovanissimo il concorso Vittorio Veneto e altri concorsi nazionali per giovani talenti.
Si perfeziona a Ginevra dove ottiene il 1° premio per il diploma di Virtuosismo con Corrado Romano, poi quello di Artista negli Stati Uniti presso la School of Music dell'Indiana University di Bloomington con Franco Gulli e Nelli Skolnikova.
Ha lavorato anche a Berlino con Ruggiero Ricci e a Cremona con Salvatore Accardo. Artista Sony RCA-Red Seal dal 2013, etichetta sotto la quale sviluppa la sua discografia, è ospite di più stagioni di concerti e si è esibito con molte orchestre internazionali.


L'ex madrileno Stradivari "The Angel" in poche parole:
1720: creazione a Cremona nella bottega del famoso liutaio Antonio Stradivari, durante il suo "periodo d'oro".


UNA STORIA ENIGMATICA
Ormai scomparso, l'ex madrileno "Angel" riemerse alla fine degli anni Cinquanta. Deve il suo antico nome alla capitale spagnola, dove allora viveva uno dei suoi proprietari, il Senor Acebal, amico del virtuoso iberico Carlos Sedano. Ne troviamo tracce ufficiali presso rivenditori di strumenti rari, come Rembert Wurlitzer a New York (1960) e John & Arthur Beare a Londra.
Durante il mezzo secolo successivo, l'oggetto prezioso cambiò focalizzazione otto volte.
L'"Angelo" rimase così con John W. Nields (1962), negli Stati Uniti, e con il cacciatore di violini Jacques Français (1969). È rimasto anche con il professore di Harvard Mark Ptashne (1981), poi con Eric Hurst (1983), prima di trasferirsi nel 2003 con il virtuoso russo Rimma Shushanskaya del Conservatorio di Birmingham. Questo affascinante oggetto, interpretato da grandi musicisti come il Maestro Ruggiero Ricci, è appartenuto inoltre a Deborah Read, la moglie del presidente degli Stati Uniti Benjamin Franklin.


UNO STATO DI CONSERVAZIONE STRAORDINARIO
Un violino la cui vernice è ancora intatta e il cui legno è incredibilmente bello.
21 SETTEMBRE 2018: Una prima: lo strumento viene benedetto dal cardinale Gianfranco Ravasi nella Basilica di San Marco a Venezia. In questa occasione è stato ribattezzato: "L'Angelo” ex Madrileno 1720

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi