Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

La storia della setta nel nuovo libro di Moroni

Le Bestie di Satana
Orrore e redenzione

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

19 Ottobre 2016 - 18:00

Le Bestie di SatanaOrrore e redenzione

Gabriele Moroni
‘Le bestie di Satana’
Mursia
229 pagine, € 13

Cosa ne è stato delle Bestie di Satana, la setta pseudo-satanica annidata nella brughiera del Varesotto, responsabile di una delle più efferate sequenze di cronaca del dopoguerra? Gli adepti sono stati riconosciuti responsabili degli omicidi di Chiara Marino, Fabio Tollis, Mariangela Pezzotta e dell’istigazione al suicidio di Andrea Bontade, un affiliato bollato e condannato dagli altri come traditore per essere mancato all’esecuzione notturna di Chiara e Fabio.
C’è chi ha abbracciato una fede religiosa con l’entusiasmo del neofita, chi si è raccontato in un libro, chi è tornato al vecchio amore per la musica ripiegando dal genere ‘death metal’ al meno funebre rap.
A distanza di tempo, a molti anni dalle sentenze della Cassazione che hanno reso definitive gli ergastoli di Paolo Leoni e Nicola Sapone e le condanne di Andrea Volpe (il ‘pentito’ della vicenda), Mario Maccione, Eros Monterosso, Marco Zampollo ed Elisabetta Ballarin, Gabriele Moroni, inviato ‘storico’ de Il Giorno, torna su quella fosca, truce epopea e sul destino dei suoi protagonisti con il libro: «Le Bestie di Satana. Delitti e castigo».
Storie di delitti e di follia omicida. Ma anche storie di riscatto e redenzione. Un libro inchiesta che, attraverso testimonianze dirette, lettere, diari, confessioni, atti giudiziari e conversazioni intercettate dagli inquirenti, fa parlare le persone la cui vita si è intrecciata con le cronache dell’orrore e indaga sulle sette sataniche, fenomeno in continua crescita nel nostro Paese. E’ lunga, graduale, sofferta, la risalita di Elisabetta Ballarin: gli studi, il lavoro, la laurea, il recupero pieno della coscienza e quindi della propria vita. Storie di genitori generosi, grandi figure. Silvio Pezzotta, il padre di Mariangela, la forza del perdono. Michele Tollis, il padre-detective, che per anni, solitario e inascoltato, segue le tracce di Fabio, il figlio perduto, fino a smascherare i suoi assassini.
Inviato speciale, Gabriele Moroni, dal 1995 al 2001 segretario dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, nel 2012 ha ricevuto dal Gruppo Cronisti Lombardi l’ambito premio ‘Vita da Cronista’. Moroni ha seguito numerosi fatti ‘di nera’ e inchieste (i rapimenti Ravizza, Casella, Ghedini, Soffiantini, Sgarella, gli omicidi di Erika e Omar a Novi Ligure, Cogne, Garlasco, la strage di Erba, il caso di Yara Gambirasio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery