il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA - MILANO

Treni, raddoppio della linea e manutenzione più rapida

L'assessore regionale Maurizio Del Tenno affiancato dai vertici di Trenord e Rfi ha incontrato i rappresentanti delle istituzioni locali, assenti i pendolari


CREMONA - Raddoppio dei binari per 40 chilometri tra Cremona e Milano e interventi più rapidi ed efficaci sulle linee. In sintesi sono questi gli aspetti principali emersi dall’incontro con l’assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno con istituzioni, Trenord e Rfi. Assenti i pendolari. 

ra le notizie più importanti lo spostamento a Milano Greco Pirelli del centro di comando e controllo che verrà gestito interamente da Rfi. Si tratta di un investimento da 350 milioni di euro. "Si tratta di una svolta determinante — ha affermato Giorgio Botti, responsabile commerciale di Rfi per Milano e il Nord — che renderà tutte le operazioni più veloci ed efficienti. E’ già partito anche il rinnovo delle casse di manovra dei passaggi a livello". Luigi Legnani, ad di Trenord, ha spiegato che "i problemi sono legati all’affidabilità del materiale e alle infrastrutture. Per aumentare l’affidabilità verranno cambiati i gruppi statici di conversione e verranno messe in funzione nuove elettromotrici sulla Cremona-Treviglio. Per quanto riguarda le pulizie, il nostro obiettivo è quello di aumentare i controlli per verificare che le pulizie siano effettivamente fatte con la dovuta perizia".

L'assenza dei pendolari. "Pur dovendo agire e intervenire in tutta la Lombardia - ha detto Del Tenno - mi ritengo comunque 'l'assessore dei piccoli territori'. Ho chiesto a Trenord e Rfi di calendarizzare incontri periodici su tutto il territorio regionale, per analizzare le problematiche e le richieste tecniche. A Cremona, però, ho voluto essere presente di persona, perché non sono soddisfatto di come sta funzionando il servizio. Per questo ritengo grave l'assenza dei pendolari, che hanno perso l'occasione per un confronto serio e franco. Non sono venuto a fare promesse; so perfettamente che questo è un nodo particolare e, a maggior ragione, la loro presenza ci avrebbe quantomeno aiutato a evitare gli errori del passato".

Per quanto riguarda invece i problemi che da tempo affliggono la tratta, manutenzioni e ritardi anzitutto, Del Tenno ha assicurato la ricerca delle soluzioni migliori, per andare incontro alle esigenze del territorio e dare risposte concrete e rapide ai cittadini. Trenord e Rfi stanno già lavorando, rispettivamente, tramite interventi di sostituzione con componenti più nuovi e con la progressiva eliminazione dei passaggi a livello, che, oltre a rallentare la circolazione dei treni, non garantiscono adeguati standard di sicurezza. Rfi, in particolare, ha fatto sapere di aver già attivato un piano per il rinnovo dei componenti più deboli e obsoleti dei passaggi a livello che, nel solo anno in corso, hanno fatto già registrare 64 guasti.

Una delle possibili soluzioni alla velocizzazione della tratta e sulla quale l'assessore Del Tenno ha garantito massimo impegno è il raddoppio dei binari su parte del percorso. "Si potrebbe immaginare - ha detto Del Tenno - da Cremona a Cava Tigozzi, in una direzione, e lungo 10 chilometri nell'altra. Se ci saranno le condizioni faremo di tutto per convincere Rfi a intervenire il più velocemente possibile".

L'assessore ha anche sottolineato che, a differenza di tutte le Regioni limitrofe, che hanno tagliato il Trasporto pubblico locale, la Lombardia è l'unica ad aver garantito lo stesso numero di corse del passato, integrando con 400 milioni di euro i mancati trasferimenti statali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO


03 Ottobre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000