il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SMASH GENERATION

Righeira live al Loft

riprese: Studio B12


CREMONA - Hanno parcheggiato di fronte al Loft appena passate le 23.30. Neanche il tempo di scendere dall’auto e firmare qualche autografo alla spicciolata che già la base de L’estate sta finendo li ha proiettati sul palco, con quella strofa incalzante — cantata all’unisono, certamente — a lanciare uno dei ritornelli più celebri della pop-dance italiana: i Righeira, la notte scorsa sulla scena di via della Industrie, hanno riportato in auge l’inconfondibile sound degli anni ‘80.  Di fronte, una platea di giovani di allora che ha cantato e ballato a ripetizione le hit del mitico duo torinese su quella che fu la pista del mitico Smash. Proprio il locale che, sull’onda di una nostalgia dura a morire, ha dato origine al collettivo Smash Generation, organizzatore della speciale ospitata con l’intento di celebrare a dovere il 40esimo anno di fondazione della ex discoteca della Castelleonese. I suoni cosmici dal retrogusto kraut-rock del singolo datato 1985 (con un riff di sax colloso, che mette ancora voglia di bella stagione) hanno lasciato immediatamente spazio al synth pop retro-futurista di No tengo dinero, altra hit dalle sonorità campionate (apparentemente) a 16 bit in grado di tracciare un panorama sonoro siderale perfetto per contenere i colori sgargianti e alieni del look dei Righeira: Johnson in shorts, leatherjacket giallo e occhiali da sole a specchio, Michael con un bizzarro capospalla «firmato John Galliano, indossato a Sanremo nell’86», come ha sottolineato con un pizzico di autoironico compiacimento. Dopo la Innamoratissimo che li ha consacrati sul palco del Festival, un’altra manciata di successi tra suoni analogici, pulsazioni grasse e melodie catchy da ‘ritorno al futuro’. Nell’abbraccio torrido del pubblico cremonese. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 Settembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000