il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Lifestyle

Undici tatuaggi in una settimana: la storia del tattoo su un solo corpo

Un secolo di storia del tatuaggio americano su un solo corpo. E' l'ultima idea di Cut.com, produttore della serie "100 Years of Beauty", che questa volta si è concentrato sul corpo come veicolo d'arte, chiedendo al tatuatore Clae Welch di disegnare sulla pelle della modella Casey Lubin ben 11 tatuaggi in una settimana. Prima di sottoporsi a questa full immersion di body art, Casey aveva solo due piccoli tatuaggi. Ora il suo corpo racconta l'evoluzione artistica dell'inchiostro su pelle: per ogni decade, un disegno simbolo del tatuatore americano più influente. Si parte con il 1910 e i fiori in grigio e nero di Charlie Wagner, ma gli aghi colorati arrivano già negli anni Venti con Amund Dietzel. Trent'anni più tardi e Sailor Jerry introduce l'ombreggiatura. Nel 1960 è il turno di Lyle Tuttle, tatuatore di molte star tra cui Janis Joplin. Con l'ingresso del nuovo millennio, Jack Rudy reinventa il tatuaggio "grigio e nero" utilizzando per i suoi ritratti realistici un solo ago. L'ultima decade è rappresentata da Nikko Hurtando. Trentenne californiano è attualmente il tatuatore più influente nella ritrattistica a colori e Casey Lubin lo ha celebrato facendosi imprimere sulla spalla il volto del proprio gatto (a cura di Marisa Labanca) Cut.com / Cut Facebook / Cut Twitter

27 Novembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000