il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


A TAVOLA

Un 'assaggio' di Cremona al Giro d'Italia

L’Infopoint al Temporary Village con Regione Lombardia

Un 'assaggio' di Cremona al Giro d'Italia

Paola Milo, Elisabatta Riboni e Paco Magri

CREMONA - Anche Cremona con le sue eccellenze artistiche e gastronomiche era presente alla 17esima frazione del 101esimo Giro d’Italia. La frazione è partita dalla Statale 240 di Iseo all’ora di pranzo per concludersi nel tardo pomeriggio e ha impegnato i ciclisti in un percorso sfidante, fatto di saliscendi e vari attraversamenti cittadini. Al loro fianco, oltre alle auto delle varie scuderie, il pubblico che ai lati della strada ha atteso il passaggio dei ciclisti. E proprio al variegato pubblico della manifestazione è dedicato il Temporary Village di Regione Lombardia, un insieme di stand da visitare e dove trovare informazioni sul Giro, sulla tappa in corso e sulle bellezze del territorio circostante. Allestito nella mattinata, il Village ha accolto i gli appassionati della più importante gara ciclistica nazionale con proposte di visita al territorio, eventi e spettacoli in corso e prossimi.

Cremona ha presentato il suo panorama di iniziative, in particolare il Festival Acquedotte, che si snoda durante l’estate con una serie di concerti fra Cremona e Salò, e il Festival Monteverdi, importante appuntamento con la musica barocca, organizzato dalla Fondazione Teatro Ponchielli e la sua crociera musicale in programma il 1° giugno fra Cremona, Mantova e Venezia. Ad allietare il palato dei visitatori, alcune suggestioni gastronomiche locali: lo chef cremonese Paco Magri ha infatti proposto in uno showcooking con le sue celebri focaccine, accompagnate da salame cremonese, dalle mostarde da lui prodotte e dall’immancabile provolone del Consorzio Tutela Provolone Valpadana.

“Il Giro d’Italia è uno sport che richiama tantissimi appassionati e che, in Italia, è forse secondo solo al calcio”, dichiara l’assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini, che aggiunge: “Essere presenti in una cornice così bella e strategica è stata una grande opportunità per Cremona, resa possibile ancora una volta da un lavoro condotto in collaborazione con il territorio e con la Regione: contaminazioni e sinergie sono oggi il futuro per il turismo”.

23 Maggio 2018