il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rilancio del Po, quattro nuove motonavi sul Grande Fiume

Il servizio affidato alle società ‘Navigazione Interna srl’ e ‘River Cruises srl’

Rilancio del Po, quattro nuove motonavi sul Grande Fiume

CREMONA - Navigazione Interna Srl con le motonavi Romulus e Corbara, River Cruises srl con le motonavi Mattei e Fratina del Fiume: sono queste le due ditte che, in base alla valutazione fatta dall'apposita commissione tecnica, sono state ritenute idonee all'assegnazione delle quattro autorizzazioni rispettivamente per il trasporto massimo di 55 e di 220 persone sul fiume Po. Non è stata ammessa la Navi53 Srl in quanto nella domanda presentata non vi sono alcuni dei requisiti obbligatori previsti dalle disposizioni comunali in materia.

L'approvazione, da parte del direttore dell'Unità di staff Urbanistica e Area omogenea, della graduatoria per l’assegnazione di quattro autorizzazioni per l’esercizio del servizio di noleggio con conducente mediante natanti, è un passo fondamentale nel rilancio, attraverso un'attività programmatoria e definita, della navigazione sul fiume Po. Questo lo scopo del concorso pubblico per titoli indetto dal Comune di Cremona lo scorso 8 febbraio.

Il Comune di Cremona considera infatti il turismo fluviale, nelle sue diverse articolazioni, un’importante risorsa per l’economia del nostro territorio: arricchisce l'offerta turistica naturalistica e slow da abbinare al cicloturismo, alle crociere musicali, e si inserisce nella valorizzazione dell'asta del Po attraverso il costante dialogo tra Lombardia ed Emilia Romagna. Il rilascio delle quattro autorizzazioni va nella direzione di incrementare un settore che in altri paesi europei riveste da tempo una significativa rilevanza sotto molteplici aspetti.

La navigazione commerciale e turistica nel nostro territorio presenta infatti notevoli potenzialità di sviluppo che saranno ulteriormente favorite dalle numerose azioni avviate in questi ultimi anni tra le quali la stipula del Contratto di Fiume, la promozione della candidatura al MAB (Man and the Biosphere Programme) UNESCO, il ‘Manifesto per il Po’ promosso da ANCI e la ciclovia VenTo.

26 Marzo 2018