il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BORETTO

Una notte con gli America, spettacolo in riva al Po

Almeno tremila persone per l'unica data italiana della storica band in occasione del 40esimo anniversario del primo tour

Una notte con gli America, spettacolo in riva al Po

Dewey Bunnel firma la chitarra di un fan

BORETTO PO (Reggio Emilia) – Tin man, You can do magic, Don’t cross the river: un inizio che lascia il segno per un evento che è già storia. In una parola, gli America, la band «perennemente in tour», se è vero che viaggiano alla media di 80-100 concerti all’anno. E siamo alla quarantesima stagione di tour. Dewey Bunnell e Gerry Beckley sono lì, sul palco, a Boretto Po: ha dell’incredibile ma è vero e ne sono testimoni almeno tremila fan che hanno sfidato il rischio di tanti ‘tuffi al cuore’, rivivendo quelle emozioni che rappresentano il sottofondo di tante esistenze, amori, dolori, sofferenze, speranze in un’atmosfera di spensieratezza che oggi, purtroppo, si può solo cantare. 

I primi tre pezzi, dunque, scaldano la prima notte di questa attesissima estate finalmente arrivata. E’ l’ora di Daisy e i due superstiti (di Dan Peek è ricorso il terzo anniversario della morte il 24 luglio) si offrono con jeans d’ordinanza accompagnati da una band essenziale, in pieno accordo con i tempi di spending review: sul palco sono solo cinque, ma che ‘cinque’. Al basso Richard Campbell, alla chitarra il 29enne William Alan ‘Bill’ Worrell, alla batteria — «Con noi solo da una settimana» — l’altro giovanissimo David Burton. Tocca poi a Riverside — «Questo brano è dedicato proprio alle rive di questo bellissimo fiume», spiega Bunnel — e poi I need you, Ventura highway, qualche incursione nei brani celebri di altri colleghi: Woodstock (Joni Mitchell), California dreamin’ (Mamas & Papas). Bellissima Sister golden hair e poi velocemente verso la fine. Il bis comprende solo Survival e A horse with no name

L’evento ha una forte matrice casalese in quanto il direttore artistico di ‘Bucaneve’ è Franco Frassanito, il service audio è stato curato da Emanuele Piseri e il catering affidato alla gastronomia ‘Un Po di Pasta’ di via Favagrossa.

 

 

06 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000