il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Orchestre giovanili:
per palco il centro storico

Conclusa con successo la seconda rassegna regionale SMIM

Orchestre giovanili:
per palco il centro storico
CREMONA - Sulle note dell'Orchestra Provinciale di Bergamo si è conclusa con successo la 2ª Rassegna Regionale delle Scuole Medie a Indirizzo Musicale e Licei Musicali “Piazza Stradivari”. Per tre giorni consecutivi Cremona è stata la capitale della musica per 2 mila giovani talenti (dagli 8 ai 18 anni) appartenenti a 22 ensemble provenienti dagli istituti scolastici di tutta la Lombardia. 
Durante le esibizioni i musicisti hanno affrontato partiture tratte dalla letteratura musicale classica e moderna, medley di cantautori italiani e stranieri, alternandosi tra Piazza del Comune, Cortile Federico II e Auditorium della Sala Borsa della Camera di Commercio che ha collaborato alla riuscita dell'evento insieme alla Scuola Internazionale di Liuteria, al Consorzio liutai “Antonio Stradivari” e al Museo Civico. La manifestazione, organizzata dall' Assessorato alle Politiche Educative e Giovanili del Comune di Cremona, dalla Scuola Media Vida e dall'Associazione 3T, ha ricevuto un prezioso contributo è stato offerto dalla Fondazione “Walter Stauffer”. 
Durante la rassegna molte scuole hanno avuto la possibilità di visitare le eccellenze che Cremona possiede in campo musicale e liutario: Museo del Violino, Scuola Internazionale di Liuteria, Le stanze per la musica – collezione Carutti e le botteghe dei liutai che si sono resi disponibili ad accogliere numerosi ragazzi incuriositi e affascinati dalla loro maestria.
Soddisfatto ed emozionato il sindaco di Cremona Oreste Perri: «La nostra città ha dimostrato di essere viva e attiva, centro di cultura a tutti i livelli. Abbiamo trascorso tre giorni meravigliosi, in compagnia della musica, di giovanissimi talenti, e delle bellezze floreali delle “Invasioni Botaniche” che hanno reso ancora più bello e accogliente il centro cittadino. Queste sono le iniziative che fanno bene a Cremona e ai suoi cittadini, e che vanno perseguite. Ringrazio l'assessore Jane Alquati, il professor Gianluigi Bencivenga e la Fondazione “Walter Stauffer” per avere creduto in questa manifestazione e per l'ottimo lavoro svolto». 
«Il successo ottenuto è la migliore conferma che la scommessa è stata vinta – spiega l'assessore alle Politiche Educative e Giovanili, Jane Alquati -. Quale luogo migliore poteva ospitare un evento simile, se non Cremona? Qui esiste un percorso formativo ad hoc, che partendo dalle scuole medie di primo grado prosegue con il Liceo musicale, la facoltà di Musicologia, l'Istituto Superiore di Studi Musicali e la Scuola Internazionale di Liuteria. Non solo, ma la Rassegna si inserisce nel solco delle attività promosse da tempo da Comune e da questo assessorato come “Mousiké” e “Musicambo” che hanno al centro ancora una volta la musica come veicolo culturale ed educativo per bambini e ragazzi. Infine, la concomitanza con “Le Invasioni Botaniche” ha regalato alla città un fine settimana di festa» 
«La Rassegna ha rappresentato un'occasione unica per portare alla luce tutte le realtà musicali di Cremona e dimostrando davvero la sua naturale predisposizione ad essere “Città della Musica” – afferma il direttore artistico della manifestazione prof. Gianluigi Bencivenga – Visto il numero dei partecipanti e dei ragazzi coinvolti, e il grande interesse suscitato dagli eventi collaterali e concerti serali, Cremona proporrà certamente di nuovo la sua candidatura ad ospitare per l’anno prossimo la nuova rassegna regionale, quale realtà di eccellenza musicale a livello nazionale». 
La Rassegna è stata anche il contenitore di tre le iniziative che hanno colorato ulteriormente i tre giorni, a partire da “Pinocchio: l’ultimo burattino”, una fiaba musicale andata in scena venerdì 11 aprile alle 10,30 presso l’auditorium della sala borsa, alla presenza di circa 250 bambini delle scuole per l’infanzia e primarie della provincia di Cremona. La proposta è stata promossa dall’UST di Cremona con la preziosa collaborazione dell’Ambulatorio minori della Fondazione Sospiro e realizzata grazie al sostegno di numerosi sponsor. La parte musicale affidata a un ensemble composto da 11 musicisti e diretti dal M.ro Mario Vitale: Andrea Del Vecchi (Flauto), Gianluigi Bencivenga (Clarinetto), Alberto Cappiello (Corno, Antonino Campisi (Tromba), Mariano Ducoli (Trombone), Alberto Venturini (sax contralto e baritono), Alessandro Manara (Pianoforte), Katia Toselli (Violino), Filippo Bernardi (Contrabbasso), Francesco Regis (Basso elettrico), Max Bedani, (Percussioni). La musica in questo caso è stata accompagnata da un’animazione teatrale a cura di Daniela Magni e Federico Mecatti. Valore aggiunto alla proposta il carattere di accessibilità che l’iniziativa offre attraverso adattamenti specifici e ad un sistema di traduzione tali da favorire i processi visivi quali facilitatori alla comprensione per tutti. Sempre venerdì, al termine di una giornata ricca ed emozionante, alle ore 21 al palazzo Cittanova coinvolgente concerto dei Super-io, band cremonese composta da Lorenzo Biagiarelli (voce e basso), Giacomo Ruggeri (chitarra) e Tommaso Ruggeri (batteria), tre ragazzi nati proprio musicalmente all’interno dell’orchestra giovanile di Cremona Mousikè ed ora approdati al successo internazionale. La serata è stata riscaldata dalle canzoni del loro nuovo album in uscita “Conquista del Vietnam” coinvolgendo il pubblico attraverso un piacevole contrasto di pensieri ed emozioni. Sabato 12, al termine di un’altra giornata intensa all’Auditorium della Sala borsa della Camera di Commercio, alle ore 21, davanti ad un vasto pubblico, il concerto simbolo della rassegna e sintesi della città, colma di esperienze musicali, di varia estrazione che generano diversi stili musicali tutti di eccellenza. Un tentativo di unire generi e gruppi di provenienza e stile differenti per mostrare a tutti il valore universale della musica. Ovviamente protagonisti della serata tutti giovani perché a loro è dedicata tutta la rassegna a partire dalla bravissima violinista Sara Zeneli che ci ha incantati con un’esecuzione davvero emozionante e di grande qualità. A seguire l’orchestra di percussioni “Clap” di Max Bedani che con uno stile davvero unico e coinvolgente si è esibita in tre brani tutti molto originali per le modalità di esecuzione: al posto degli strumenti i 12 giovani musicisti suonano su sgabelli, bidoni di plastica e di latta. A concludere la serata l’ensemble di fiati “A. Ponchielli” una realtà nata alcun anni fa all’interno della scuola media Vida, sostenuta dall’ Associazione musicale 3T. Diretti dal maestro Mario Vitale il gruppo composto da giovani musicisti e dai loro maestri si è esibito in un repertorio che spazia nella letteratura classica musicale culminando con una splendida esecuzione della danza delle ore di A: Ponchielli che ha emozionato visibilmente tutto il pubblico presente.

13 Aprile 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000