il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Latella: 'Don Giovanni è un vampiro dell'amore'

Una scena del Don Giovanni
CASALMAGGIORE - Ci sono spettacoli che vanno visti, che sono un atto di intelligenza e di pensiero oltre che di resistenza poetica alla barbarie. Ecco Don Giovanni a cenar teco da Molière per la drammaturgia e regia di Antonio Latella è uno di questi e sarà in scena venerdì sera (ore 21) al Comunale. Don Giovanni a cenar teco è impedibile perché Antonio Latella insieme a Pippo Delbono e a Valter Malosti è un genio assoluto del teatro. Don Giovanni a cenar teco è imperdibile perché la compagnia che lo produce Stabile/Mobile Compagnia Antonio Latella è un gruppo di attori che cerca con passione di scardinare il sistema che non regge degli stabili, perché rappresenta la voce di un teatro d’arte che vuole andare oltre la politica degli scambi, far capire che il teatro è carne viva, è materia che scotta. E allora per parlare di questo Don Giovanni che dialoga con la geometria e va in fondo al buio dell’anima la parola non può che passare ad Antonio Latella: «Don Giovanni è la sfida con l’assoluto, ha a che fare con dio. Don Giovanni è alla ricerca di un dio che gli dica se l’amore può durare in assoluto - afferma il regista dalals ua casa di Berlino -. Il mio Don Giovanni è un po’ come un vampiro che si nutre del desiderare della donne, nella consapevolezza che lui è incapace di amare. Ciò che cerca il mio Don Giovanni è di impossessarsi dello slancio dell’innamoramento, un amore ancora incontaminato».

L'intervista completa sul giornale di venerdì 22

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

21 Febbraio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000