il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA DOMENICA DELLO SPORT

Cremonese da scalata
Vanoli per l'aggancio

A Salò i grigiorossi tornano al 4-3-3; i biancoblù con Montegranaro non rinunciano a Zavackas

Cremonese da scalata
Vanoli per l'aggancio
CREMONA - Doppia trasferta per le due grandi dello sport locale: la Cremonese va a Salò per affrontare una partita tutt'altro che scontata, mentre la Vanoli raggiunge le Marche per lo scontro diretto contro Montegranaro.

FERALPISALO'  - CREMONESE. Tornerà quasi certamente al 4-3-3 mister Torrente nella sfida esterna (fischio d'inizio alle 14.30) contro la Feralpisalò. Dell'undici iniziale dovrebbe far parte anche l'ultimo arrivato Bruccini, che affiancherà in mediana Loviso e il rientrante Palermo. In avanti, data per scontata la presenza di Della Rocca al centro dell'attacco, il ruolo di laterali offensivi dovrebbe toccare a Campo e Casoli. L'escluso, dunque, sarà con ogni probabilità Brighenti, fin qui il più prolifico dei grigiorossi. Quanto ai quattro di difesa, si va verso l'impiego di Abbate, Caracciolo, Moi e Bergamelli. Inutile dire che la Cremo si presenta sul lago di Garda con fervide intenzioni di vittoria: i tre punti sono ossigeno fondamentale per continuare la scalata verso la vetta della classifica. La Feralpisalò, tuttavia, non è squadra da prendere sottogamba: ha solamente due punti in meno della Cremonese, ha perso un solo match in stagione e, soprattutto, in casa ha sempre dimostrato di essere un avversario molto ostico. Nonostante alcune assenze, il ct Scienza (l'ex di giornata...) non rinuncerà al suo abituale 4-3-3, per un assetto speculare a quello della Cremo.
 
SUTOR MONTEGRANARO - VANOLI CREMONA. Operazione aggancio cominciata. La Vanoli affronta (palla a due alle 18.15) la Sutor Montegranaro (avanti soli due punti) per una partita che si candida a diventare tra le più importanti di tutta la stagione. Se è vero che siamo solamente alla fine del girone d’andata, è altrettanto vero che con soli sei punti ottenuti serve dare una scossa decisiva. La squadra di coach Pancotto dopo il successo contro Caserta, arrivato attraverso una prestazione di squadra sicuramente importante dal punto di vista della compattezza, si presenta alla partenza con una carica tutta diversa rispetto al passato.  Nell'allenamento mattutino prima della partenza per Porto San Giorgio nessuna sorpresa particolare, se non la certezza che contro i diretti rivali ci sarà anche Donatas Zavackas che in settimana è praticamente rimasto quasi sempre fermo a causa di un affaticamento alla coscia. Il giocatore lituano ha voluto esserci a tutti i costi e se pur non al meglio oggi farà sentire i suoi chilogrammi e i suoi centimetri.

11 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000