il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIOSCOMMESSE

Bazzani dava dritte anche ai giocatori

Mister X interrogato a Cremona dal pm di Martino per quasi otto ore

Bazzani dava dritte anche ai giocatori

Francesco Bazzani, Mister X, in procura a Cremona

CREMONA - Oltre a scommettere in proprio, dava informazioni per scommettere 'over' sulle partite a chi glielo chiedeva e anche ai giocatori. Così ha riferito al procuratore della Repubblica di Cremona Roberto di Martino, mister X, il bolognese Francesco Bazzani, nome di battaglia Civ, nelle quasi otto ore di interrogatorio nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse.

Di Rino Gattuso ha detto che è una persona molto generosa alla quale è legato da una forte amicizia. Ha spiegato che i suoi frequenti rapporti con Salvatore Pipieri, l'uomo ombra di Gattuso, erano dovuti a un debito di 20mila euro che lo stesso Pipieri aveva con l'agenzia Punto Tecnico con sede a Bologna e di cui Bazzani era l'amministratore fino al marzo del 2011, prima che la stessa venisse messa in liquidazione. Il debito venne saldato in occasione di una partita del Milan in cui i contatti tra i due erano particolarmente frequenti. Dal 2 marzo 2011 al 14 settembre 2012 si contano tra i due 129 contatti.

Nel corso dell'interrogatorio, Bazzani si è atteggiato a spalla dell'altro mister X, Salvatore Spadaro, detto il Vecchio o il Vecchietto, anch'egli in carcere a Cremona dal 17 dicembre scorso. Bazzani ha confermato gli incontri all'albergo Una Tocq di Milano allo scopo di vendere informazioni riservate sui risultati delle partite; si parla di cinque o sei match. La prima partita sulla quale i due hanno dato delle dritte è stata una sorta di esperimento: azzeccano il risultato. Per la seconda partita si fanno pagare tra i duecento e trecentomila euro; anche in questo caso indovinano il risultato. C'è una terza partita sulla quale raggiungono un'intesa e che va a buon fine. Per le altre non si accordano. Bazzani al procuratore di Cremona ha fatto i nomi di ex calciatori, poi divenuti dirigenti, ma in un quadro di rapporti di amicizia. Ha detto che si tratta di gente che conosceva fin da ragazzo. Ha raccontato di avere amici tra i giocatori del Milan e del Bologna con i quali usciva la sera anche in compagnia delle mogli. L'avvocato Settimio Biondi ha chiesto gli arresti domiciliari per Bazzani, sui quali pare che arriverà il parere favorevole del procuratore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

30 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000